Verbano Cusio OssolaToday

Ancora senza esito le ricerche dell'uomo caduto dal traghetto nel Lago Maggiore

La tragedia lunedì mattina. L'uomo, un anziano di circa 80 anni, si era imbarcato a Laveno, su un traghetto diretto a Verbania

Foto di repertorio

Si cerca ancora l'uomo che è caduto nel Lago Maggiore mentre si trovava a bordo di un traghetto della Navigazione Laghi. Di lui, un ottantenne di Verbania, al momento non c'è traccia purtroppo.

La tragedia è avvenuta nella mattinata di lunedì 16 settembre: l'uomo si era imbarcato a Laveno, diretto a Verbania. Sul traghetto aveva caricato anche la sua auto. L'imbarcazione ha percorso solo pochi metri, quando l'anziano è stato visto cadere in acqua. Immediati i soccorsi e, poi, le ricerche, ancora senza esito, con il nucleo sommozzatori del vigili del fuoco, carabinieri, polizia e guardia costiera.

Secondo quanto ricostruito si sarebbe trattato di un gesto volontario. In un comunicato, la Navigazione Laghi ha inoltre spiegato che la tragedia si sarebbe verificata dopo soli 5 minuti di navigazione, quando l'anziano "dopo aver superato entrambe le cime di sbarramento installate per evitare accidentali cadute in acqua, ignorando l’invito a fermarsi, si è gettato in acqua dal traghetto con uno zaino sulle spalle".

Nella stessa mattina, la figlia dell'uomo si era recata dai carabinieri per denunciarne la scomparsa: ai militari dell'Arma aveva infatti riferito che il padre era uscito in auto la sera prima e non aveva fatto ritorno a casa.

"Il nostro personale - fanno sapere dalla Navigazione Laghi - è immediatamente intervenuto attivando l’allarme sonoro, lanciando il salvagente nel punto in cui l’uomo è entrato in acqua ed il traghetto ha invertito la rotta per tentare una eventuale operazione di salvataggio. Contestualmente sono stati chiamati vigili del fuoco, squadra nautica di salvamento, polizia , carabinieri e guardia costiera. Nonostante tutte le dotazioni di sicurezza e l’intervento del personale di bordo debitamente formato anche per questo tipo di situazioni, non è possibile evitare quanto accaduto".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Piemonte mascherine obbligatorie per gli addetti alla vendita e raccomandate per chi fa la spesa

  • Coronavirus, in Piemonte prorogata l'ordinanza con più restrizioni: no attività sportiva e passeggiate

  • Coronavirus: mascherine in distribuzione gratis a Novara, ma non in tutta la città

  • Coronavirus, diffusa su internet una falsa ordinanza: la denuncia della Regione

  • Coronavirus, in Piemonte negozi e supermercati chiusi a Pasqua e Pasquetta

  • Coronavirus: in Piemonte 12442 casi positivi, a Novara 7 nuovi decessi

Torna su
NovaraToday è in caricamento