Attualità

Coronavirus, dal 1° giugno al via ristoranti al chiuso e consumazioni al bancone: le regole

Decade la regola del numero massimo di 4 persone per tavolo. Dal 7 giugno invece coprifuoco spostato a mezzanotte

Da domani, martedì 1° giugno, sarà possibile consumare nei ristoranti al coperto e al bancone del bar.

Secondo l'ultimo decreto riaperture infatti dal 1° giugno sarà consentito consumare cibi e bevande all’interno di bar e locali anche di sera, fino all'orario del coprifuoco, cioè fino alle 23. Riaprono quindi molti ristoranti che non hanno avuto la possibilità di installare un dehor, mentre i bar potranno tornare a servire al bancone.

Piemonte verso la zona bianca: quando sarà il passaggio?

Sempre dal 1° giugno, all’aperto, sarà consentita la presenza di pubblico, nei limiti già previsti (25% della capienza massima, con il limite di 1.000 persone all’aperto), per tutte le competizioni o eventi sportivi (non solo a quelli di interesse nazionale).

Le nuove regole al bar e al ristorante

Nel decreto del 18 maggio mancano i riferimenti alle regole del Dpcm del 2 marzo per quanto riguarda bar e ristoranti: questo significa che non c'è più la regola del numero massimo di 4 commensali seduti allo stesso tavolo. Va comunque assicurato un metro di distanza tra i clienti di tavoli diversi e vanno rispettate tutte le norme igienico-sanitarie in vigore.

Per quanto riguarda i bar invece sarà possibile anche la consumazione al bancone, ma rimane in vigore il numero massimo di clienti all'interno del locale, che deve essere definito "in relazione ai volumi di spazio e ai ricambi di aria".

Riaperture e coprifuoco: il calendario

Dal 7 giugno invece si sposta ancora l'orario del coprifuoco, che sarà valido dalle 24 alle 5. Durante il coprifuoco sarà possibile spostarsi solo per motivi di necessità, salute o lavoro.

Dal 15 giugno saranno possibili, anche al chiuso, le feste e i ricevimenti successivi a cerimonie civili o religiose, tramite l'uso della "certificazione verde". Parchi tematici e di divertimento potranno riaprire al pubblico sempre dal 15 giugno, anziché dal 1° luglio.

Green pass, come funziona e come richiedere il certificato verde

Il 21 giugno sarà abolito il coprifuoco: ci si potrà spostare liberamente, anche di notte, in tutte le zone gialle. 

Dal 1° luglio potranno riaprire le piscine al chiuso, i centri natatori e i centri benessere, oltre a sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò. Ripartono le attività di centri culturali, centri sociali e centri ricreativi e sarà nuovamente possibile tenere corsi di formazione pubblici e privati in presenza. Sempre dal 1° luglio sarà consentita la presenza di pubblico nelle competizioni ed eventi sportivi anche al chiuso, con il 25% della capienza massima e con il limite di 500 persone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, dal 1° giugno al via ristoranti al chiuso e consumazioni al bancone: le regole

NovaraToday è in caricamento