menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, in Piemonte riprogrammato il piano vaccini per gli ultra 80enni

Pfizer e Moderna saranno destinati agli anziani, AstraZeneca per la conclusione della Fase 1

Lo stop dei vaccini AstraZeneca sugli over 55 aveva bloccato il piano vaccinale del Piemonte.

Ieri però si è svolto un incontro per la riorganizzazione della campagna vaccinale in Piemonte e l’avvio della Fase 2 sugli over 80, a cui hanno preso parte anche il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi, insieme ai commissari dell’Unità di crisi Vincenzo Coccolo, Emilpaolo Manno e Antonio Rinaudo. È stato definito che l’avvio della vaccinazione sugli over 80 sarà domenica 21 febbraio, in concomitanza con il completamento della Fase 1 prevista per legge per i dipendenti del sistema sanitario e gli ospiti e gli operatori delle RSA.

“Dal momento che l’Aifa ha dato una indicazione di utilizzo dei vaccini di AstraZeneca per la fascia d’età 18-55 anni li useremo per completare la Fase 1 e il suo ampliamento sui soggetti che non sono ancora stati vaccinati - spiega l’Unità di crisi della Regione Piemonte -. Per la vaccinazione degli over 80 verranno utilizzate, invece, le dosi di Pfizer e Moderna e partiremo il 21 febbraio con il supporto organizzativo dei medici di famiglia”.

Intanto sono 9.494 le persone che hanno ricevuto il vaccino contro il Covid comunicate martedì all’Unità di Crisi della Regione Piemonte. A 8.871 è stata somministrata la seconda dose. Dall’inizio della campagna si è quindi proceduto all’inoculazione di 201.510 dosi (delle quali 63.858 come seconda), corrispondenti al 97,92% delle 205.780 finora disponibili per il Piemonte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento