Ahmadreza Djalali, fissata per mercoledì l'esecuzione del ricercatore condannato a morte

Il ricercatore, cittadino onorario novarese, sarà impiccato in Iran

C'è una nuova data per l'esecuzione Ahmadreza Djalali.

Il ricercatore, che ha vissuto e lavorato a Novara, doveva essere impiccato la scorsa settimana, ma l'esecuzione è stata rimandata. Ora la moglie Vida annuncia che il giorno fissato è mercoledì 16 dicembre. 

Il ricercatore iraniano-svedese era stato accusato di essere una spia del Mossad e arrestato quattro anni e mezzo fa mentre si trovava a Teheran per una serie di conferenze. Per la condanna a morte "il tribunale si è basato su “confessioni” estorte con la tortura quando Djalali, arrestato nell’aprile 2016, era in isolamento senza avere accesso a un avvocato" spiega Amnesty International. La scorsa settimana si è svolta una maratona accademica internazionale di 25 ore, organizzata dall'Upo di Novara, per chiedere la sospensione della condanna. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: il cambio di colore sarà sabato o domenica?

  • Novara, tragedia al centro commerciale: si sente male e muore alle casse dell'Ipercoop

  • Coronavirus, cosa è consentito fare in zona arancione: le regole per Novara e il Piemonte

  • Dpcm: le nuove regole per asporto, spostamenti, sci e scuole. Piemonte verso la zona arancione

  • Coronavirus, nuovo decreto: niente spostamenti tra regioni, il Piemonte verso l'area arancione

  • Amazon, a Novara il nuovo centro di distribuzione: sarà operativo dall'autunno

Torna su
NovaraToday è in caricamento