Bandiere Arancioni, anche Arona tra i borghi più belli d'Italia

La cittadina sul Lago Maggiore si aggiunge a Orta San Giulio, portando a due le Bandiere Arancioni nel novarese

Arona - Foto di repertorio

C'è una nuova Bandiera Arancione nel novarese, marchio di qualità turistico- ambientale del Touring Club Italiano. Anche Arona, infatti, ha ricevuto il riconoscmento che viene assegnato ai Comuni che, oltre a godere di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, sanno offrire al turista un’accoglienza di qualità.

La cittadina sul Lago Maggiore si aggiunge a Orta San Giulio, portando a due le Bandiere Arancioni nel novarese. Sono invece sette le località Bandiera Arancione del Verbano Cusio Ossola: Cannero Riviera, Cannobio, Macugnaga, Malesco, Mergozzo, Santa Maria Maggiore, Vogogna. In totale sale a 31 il numero in Piemonte, che rafforza così la sua posizione come seconda regione più "arancione" d’Italia; tre quelle nuove, tra cui Arona e Entracque e Guarene, in provincia di Cuneo.

Sulla sponda piemontese del Lago Maggiore, Arona è uno dei principali centri del Verbano sud-occidentale, famosa anche per aver dato i natali a San Carlo Borromeo. Tra i principali luoghi d’interesse c’è proprio la colossale statua del santo (chiamata anche il “Sancarlone”), i resti della rocca di Arona, circondati da un parco aperto al pubblico con vista panoramica sul lago e il centro storico, elegante e vivace, che offre interessanti testimonianze d’arte. Il cuore dell’Arona medievale è piazza del Popolo, elegante e con magnifica vista sul lago, con il vecchio palazzo di Giustizia e la chiesa di Santa Marta. Nel Comune è anche il Parco naturale dei Lagoni di Mercurago dotato di una fitta rete di sentieri, che consentono al visitatore di addentrarvisi e di percorrerlo per esteso.

Tra le varie attività a favore del patrimonio culturale e storico italiano, il Touring dal 1998 seleziona, certifica e promuove con la Bandiera Arancione i borghi eccellenti, con meno di 15mila abitanti, dell’entroterra. Marchio di qualità turistico-ambientale, è stata pensata dal punto di vista del viaggiatore e della sua esperienza di visita.

"Questo riconoscimento - ha dichiara Antonella Parigi, assessora alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte - attesta quanto il Piemonte sia ricco di un importante patrimonio culturale, architettonico ed enogastronomico che non si ferma ai circuiti turistici tradizionali, ma coinvolge anche i borghi diffusi su tutto il territorio. Una caratteristica che costituisce un punto di forza ed è il risultato dell’importante lavoro corale di valorizzazione fatto fino ad oggi, a cui le Bandiere arancioni del Touring Club Italiano contribuiscono con il loro valore di marchio di qualità e di strumento per il lavoro degli enti locali".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto a Novara: è morto Renato Stella

  • Coronavirus, la richiesta dei medici agli avvocati: "Fermate la pubblicità delle consulenze gratuite per azioni contri i dottori"

  • Coronavirus, 5.094 casi in Piemonte: il trend si stabilizza, cauto ottimismo dall'ospedale Maggiore

  • Coronavirus: in Piemonte rimandati bollo, assicurazione, revisione e scadenza dei documenti

  • Coronavirus: in Piemonte oltre 5700 casi positivi, 5 nuovi decessi a Novara

  • Coronavirus, 6.708 casi in Piemonte: 46 nuovi decessi e 32 persone guarite

Torna su
NovaraToday è in caricamento