Lav Arona: "Attenzione alle richieste di sostegno da parte di zoo e giardini zoologici"

"Chiediamo la verifica dello stato degli animali, chi non garantisce il loro accudimento integra reato di maltrattamenti, e siamo pronti ad intervenire per fermare l’uso degli animali"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di NovaraToday

Sono sempre più insistenti le richieste di sostegno da parte di zoo, giardini zoologici o altre realtà similari. La posizione di Lav è di netto rifiuto a cedere a queste domande in quanto provengono da realtà che utilizzano a fini commerciali gli animali 365 giorni all’anno.

Un'opposizione la nostra che è a favore degli animali, a loro tutela e per un futuro migliore, in quanto nasce dalle seguenti considerazioni: il fatto che degli imprenditori non riescano a garantire l'alimentazione dei loro animali a così poche settimane dall'inizio della crisi sanitaria, evidenzia che non sono in grado di garantirne il benessere neppure nel breve periodo e che, quindi, non dovrebbero nemmeno essere da loro tenuti. Si deve tenere presente che, anche in questo difficile momento, la produzione, il trasporto e la fornitura di cibo per tutti gli animali è permesso sull'intero territorio nazionale perché considerato "bene di prima necessità" secondo i Decreti della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Non vi sono dunque, come nei periodi di normalità, problemi ad ordinare e ricevere cibo o medicinali. Inoltre, i proprietari di zoo, giardini zoologici o realtà similari, devono garantire il benessere dei singoli animali per obblighi di legge, come riportato in primis dagli articoli 544 bis e 544 ter del Codice Penale perseguibili anche a titolo omissivo.

Questi imprenditori sono tenuti a questo, come tutti coloro che sono proprietari o detentori di animali. Pertanto, nel segnalare il loro bisogno urgente di "aiuto" si stanno di fatto autodenunciando, ovvero ammettono di non essere in grado di sostentare gli animali e di stare progressivamente e velocemente riducendoli alla fame.

Facendo quindi seguito a tutte queste considerazioni Lav si sta attivando (in piena ottemperanza delle vigenti norme igienico-sanitarie messe in atto dal Governo) per far accertare lo stato di questi animali e per far verificare ipotesi di maltrattamento richiedendo l'intervento di un controllo da parte delle forze di Polizia. Lav, anche in questo triste e difficile periodo, non lascia solo nessuno e resta sempre al fianco e dalla parte degli animali.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento