Sabato, 20 Luglio 2024
Attualità

Aurora boreale anche in Piemonte: perché si è vista?

Il fenomeno, rarissimo, si è potuto verificare a causa di una tempesta geomagnetica. La spiegazione degli esperti

Uno spettacolo di colori mai visto prima così bello fra le 18.30 e le 20. L'aurora boreale si è fatta vedere anche in Piemonte ieri, domenica 5 novembre, con colori mozzafiato nel cielo. Un fenomeno raro se non rarissimo sul territorio, che è stato visibile anche in Puglia. 

L'evento non è stato visibile su tutto il territorio e in particolare non nelle grandi città, ma sono state numerose le fotografie postate da zone più nascoste e meno inquinate e comparse sui social, postate anche dal Centro meteo Piemonte Cmp.

Come è stato possibile questo fenomeno? "L'aurora boreale si forma grazie all'interazione tra il campo magnetico terrestre e il vento solare - ha spiegato Edoardo Ferrara, meteorologo di 3Bmeteo -. Quando quest'ultimo è intenso, ossia in fase di forte attività solare, possiede un'elevata densità di particelle cariche che vengono veicolate all'interno del campo magnetico terrestre, emettendo onde elettromagnetiche anche nel campo del visibile da cui le aurore. Solitamente, a causa della geometria del campo magnetico terrestre, si ha maggiore concentrazione di queste particelle nelle cosiddette fasce di Van Allen, a latitudini settentrionali. È dunque raro osservare le aurore al di sotto del 50esimo parallelo, ancor di più del 45esimo come è accaduto in questi giorni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aurora boreale anche in Piemonte: perché si è vista?
NovaraToday è in caricamento