rotate-mobile
Attualità

Nuovo ospedale di Novara, partito il bando: c'è tempo fino ad agosto per i progetti della Città della Salute

Partito ufficialmente il bando per la ricerca di un partner privato per la costruzione e la gestione della Città della salute di Novara

C'è tempo fino al 5 agosto 2023 per presentare i progetti per la costruzione del nuovo ospedale di Novara.

É stato pubblicato sulla gazzetta ufficiale il 24 febbraio il nuovo bando: cinque mesi di tempo per i privati interessati per proporre un progetto, che sarà poi valutato da una commissione, per la costruzione della Città della salute e della scienza di Novara nell'area di viale Piazza D'Armi. Se tutto procederà con i tempi previsti, senza intoppi, entro fine anno si potrà aggiudicare ufficialmente i lavori, che potrebbero iniziare nella primavera del 2024 e concludersi nel 2028. Questa almeno è l'ottimistica previsione che è stata data nella conferenza stampa di presentazione del nuovo bando, a cui hanno partecipato l'assessore regionale alla sanità Luigi Genesio Icardi, il rettore dell'Università del Piemonte orientale Giancarlo Avanzi, il sindaco di Novara Alessandro Canelli, il direttore generale dell'ospedale Gianfranco Zulian e il presidente della Regione Alberto Cirio in video conferenza.

L’onere complessivo dell’opera ammonta a 419.134.000 euro, di cui  199.494.000 di finanziamento pubblico (189.519.300 a carico dello Stato e 9.974.700 a carico della Regione) e 219.640.000 di finanziamento privato.

Il nuovo ospedale: il progetto

Il nuovo ospedale sarà composto da due edifici, uno per la parte universitaria e uno per la parte medico-chirurgica, con un’appendice per la Casa della donna e del bambino. I posti letto sono 711, compresi 70 posti di terapia intensiva e 34 di sub-intensiva, mentre dei restanti 607 letti degenza, 90 sono dedicati alla Day-care - Day Hospital/Day surgery. In più, 86 letti tecnici (29 culle, 43 posti dialisi e 14 OBI), 26 sale operatorie e 100 ambulatori specialistici.

É prevista un’area per rispondere al piano di emergenza interna per il massiccio afflusso dei feriti, alle maxi-emergenze anche infettivologiche e ad altri percorsi dedicati, con possibilità di conversione in 2 posti letto di almeno il 30% delle camere singole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo ospedale di Novara, partito il bando: c'è tempo fino ad agosto per i progetti della Città della Salute

NovaraToday è in caricamento