rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Attualità

Novara sportello antiviolenza Aied: nuovo contributo tramite Fcn 

si tratta di un aiuto di quasi 11mila euro

Nuovo contributo allo Sportello Antiviolenza di Aied Novara, attraverso il Bando “Per le Donne” edizione 2021, di Fondazione Comunità Novarese onlus. Sono in tutto 10.800 gli euro che Fcn ha scelto di donare (per la terza volta) a sostegno del progetto “Sportello Donna contro la violenza” di Aied Novara sul Bando “Per le Donne”.

“Dal 2016– ha commentato il Presidente di Fondazione Comunità Novarese onlus, Prof. Davide Maggi– la Fondazione ha scelto di sostenere ben 6 progetti proposti da Aied per un contributo totale di circa 36mila euro. Questi numeri sono il simbolo non solo della fiducia che riponiamo nell’organizzazione e nel suo metodo ma, soprattutto, la dimostrazione dell’importanza che, per il nostro ente, riveste il tema del contrasto alla violenza sulle donne e della cultura di parità, in generale. Purtroppo, come dimostrano ricerche realizzate da istituti noti a livello nazionale, la pandemia e, in modo ancora maggiore, il periodo di lock down, hanno acutizzato le problematiche legate alla violenza che, molto spesso, si attua tra le mura di casa. Progetti come lo Sportello Antiviolenza sono servizi fondamentali per costruire una società e una comunità sicura e protetta”.

Il progetto intende dare continuità ai servizi offerti dallo Sportello Antiviolenza, rafforzando il supporto alle donne nella prima fase di accoglienza. Il teamdi assistenza è composto da un’operatrice specializzata, tre volontarie, un avvocato, due psicoterapeute e da personale sanitario.

Lo Sportello Antiviolenza offre i servizi di: colloqui telefonici per raccogliere informazioni, capire e circoscrivere la situazione di bisogno e indirizzare le donne verso i servizi offerti dal CAV di Novara o provinciale; colloqui di accoglienza a cura dell’operatrice specializzata che instaura con la donna una relazione di fiducia ed elabora un percorso di sostegno; consulenze legali; supporto psicologico (20 incontri a cadenza settimanale o quindicinale, in base alle esigenze specifiche di ciascuna assistita); gruppo di mutuo-aiuto per creare e rafforzare legami tra donne che hanno avuto esperienze di violenza e contrastare l’isolamento sociale; accoglienza in struttura.

“Dall’apertura dello Sportello– ha commentato poi la Presidente di Aied Novara Tiziana Fiorani– il numero di donne che ha fatto richiesta di aiuto è andato via via crescendo. Dal 2016 sono state seguite oltre 200 persone e anche nel periodo di lock down, nonostante le difficoltà, è sempre stato garantito un supporto. Nel corso degli anni abbiamo cercato di migliorare i servizi offerti e lo Sportello si è arricchito della figura di una operatrice specializzata presente nelle giornate di apertura. Il supporto psicologico è garantito con 20 sedute gratuite e l’eventuale consulenza psichiatrica è fornita nei casi necessari.Inoltre, le vittime possono usufruire gratuitamente dei servizi medici di cui dispone il nostro Consultorio e il Gruppo di auto mutuo aiuto è un ulteriore punto di forza. Il sostegno della Fondazione Comunità Novarese onlus che, in questi anni, non è mai mancato, è fondamentale per continuare ad offrire servizi efficaci e di qualità”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara sportello antiviolenza Aied: nuovo contributo tramite Fcn 

NovaraToday è in caricamento