rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Attualità

Stazione di Novara, al via un nuovo bando per bar e negozi

In programma anche una ristrutturazione dell'edificio

Bar, tabaccaio, edicola e negozi torneranno in stazione.

Dal 31 dicembre 2018 i locali di Rfi sono infatti vuoti: i viaggiatori non possono nemmeno più bere un caffè, comprare un giornale o le sigarette in attesa del treno. La colpa è da imputare ai costi di affitto troppo alti.

Negozi chiusi in stazione

Il primo esercizio a cedere, ormai da qualche anno, è stata l'edicola, seguita poi da quello che era stato un mini market Despar e dal breve esperimento di un negozio di telefonia Vodafone. Dall'inizio del 2019 hanno poi gettato la spugna la tabaccheria e il bar.

Come aveva spiegato la società francese Lagardère, che gestiva il bar, la decisione di chiudere era già stata presa a settembre 2018, ma poi rimandata, nella speranza di trovare un accordo con Rfi per l'affitto. L'accordo non è arrivato e i nove dipendenti del bar sono rimasti a casa. Anche il titolare della tabaccheria era stato costretto a chiudere per colpa dei costi dei locali, per cui doveva pagare 8500 euro ogni tre mesi. 

Il restyling e il nuovo accordo

Ora però sembra esserci un barlume di speranza per il recupero della stazione, che con serrande chiuse e negozi vuoti non è certo un buon biglietto da visita per la città.

Rfi ha infatti annunciato che, a partire dall'autunno, saranno indetti dei nuovi bandi per i locali commerciali. Inoltre è in programma un vero e proprio restyling dell'edificio, con una ristrutturazione dell'atrio e della parte esterna: i tecnici di Rfi si sono incontrati con il Comune di Novara per discutere alcuni punti. Tra le possibili novità anche un parcheggio per le biciclette chiuso o custodito. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione di Novara, al via un nuovo bando per bar e negozi

NovaraToday è in caricamento