Ghemme, crisi al biscottificio Rossi: si cerca la cassa integrazione per i dipendenti e per salvare l'azienda

Situazione di grave difficoltà per uno dei più importanti stabilimenti della provincia, ma c'è la volontà per fare qualcosa

Il biscottificio Rossi, lo storico biscottificio di Ghemme, sta attraversando un momento di grande difficoltà. In realtà i primi problemi sono comparsi nel mese di maggio di quest'anno 2019. Ora, con l'avvicinarsi del periodo natalizio e quindi con l'aumento del lavoro da portare a termine, la situazione si fa sentire ancora di più. "Le persone in azienda prima erano circa 60, ora sono 17 e sembra che nei prossimi giorni ne rimarranno soltanto 15, - spiega Emilio Capacchione di Cisl - chi non lavora più ha dato le dimissioni godendo degli ammortizzatori sociali, per i rimanenti è necessaria la cassa integrazione, sia per le persone stesse, sia per l'azienda che si sta trovando una quantità di volumi di lavoro davvero elevata". 

La azienda ha iniziato ad attraversare momenti di difficoltà a maggio per problematiche di liquidità: "Si è assistito a una mancata retribuzione dovuta alla mancanza o forte ritardo di pagamento degli acquirenti. Il biscottificio è una realtà medio piccola e ogni cambiamento si sente, - continua Capacchione - da qui i problemi. A maggio è stato chiesto ai dipendenti di intervenire, sono state fatte tante promesse con aziende che sembravano interessate a dare una mano, ma non è smosso niente". 

Ad agosto la richiesta di concordato fallimentare, per avere la cassa intergrazione, ma "al momento i fondi sono esauriti".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sindacalista però vede uno spiraglio di luce: "L'azienda ha manifestato più volte la volontà di continuare, sarebbe stato un problema il caso contrario. Si nota la perseveranza che è positiva e nei prossimi giorni incontreremo anche l'amministrazione della città per avere un sostegno. Le parole ora devono diventare fatti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mega incidente alle porte di Novara: scontro tra 7 auto, otto feriti

  • Novara, forte temporale con grandine su città e provincia

  • Novara, maxi rissa in piazza Martiri: volano sedie e bicchieri

  • Elezioni comunali ad Arona, Monti è il nuovo sindaco

  • Arona: ha un malore mentre è a scuola, morto studente di 17 anni

  • Novara, ragazzino cade dal muro dell'Allea e precipita per 7 metri

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento