Coronavirus: Coop, Caritas e Comune insieme per le borse spesa a chi è in difficoltà

Un servizio destinato a famiglie e persone che si trovano in condizione di disagio economico per assicurare beni di prima necessità nel corso dell’emergenza

Nova Coop, in collaborazione con il Comune di Novara e con la Caritas diocesana ha messo a punto un servizio di borse spesa destinato a famiglie e persone che si trovano in condizione di disagio economico per assicurare beni di prima necessità nel corso dell’emergenza Coronavirus.

Le richieste arrivano al centralino del Comune di Novara che le trasmette alla Caritas che, dopo un vaglio delle stesse, provvede a trasmettere le esigenze all’Ipercoop del centro commerciale San Martino 2 che predispone i carrelli con i prodotti desiderati. I volontari della Caritas, coadiuvati dal personale del punto vendita e personale della sede direzionale di Nova Coop, si occupano di preparare fino a 30/40 buste al giorno che poi vengono distribuite ai più bisognosi. La Cooperativa, oltre all’aiuto logistico fornisce anche un contributo a sostegno del progetto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il direttore della Caritas diocesana di Novara, Don Giorgio Borroni, dichiara: "Grazie al rapporto con il Comune di Novara e con l’aiuto di Nova Coop siamo riusciti a mettere a punto questo progetto che soltanto nella scorsa settimana ci ha consentito di consegnare la spesa a 100 beneficiari, tra famiglie e singoli e di predisporne un altro centinaio in questi giorni. Riceviamo le richieste che pervengono al Comune e dopo aver capito se si tratta di persone già in carico ai nostri servizi provvediamo a richiedere i prodotti a Nova Coop che ci ha dedicato uno spazio per l’impacchettamento all’interno del punto vendita. I destinatari sono nuclei familiari e persone singole che si trovano, ancora più in questo delicato momento, in condizioni di fragilità economica".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novara, maxi rissa in piazza Martiri: volano sedie e bicchieri

  • Novara, forte temporale con grandine su città e provincia

  • Novara, si sente male e muore nel parcheggio del centro commerciale di Veveri

  • Arona: ha un malore mentre è a scuola, morto studente di 17 anni

  • Coronavirus, casi positivi all'Ipsia Bellini: scuola chiusa per due settimane

  • Novara, è morta a 69 anni la pediatra Giuseppina Luoni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento