Sabato, 23 Ottobre 2021
Attualità

Capodanno 2021: coprifuoco e ordinanze non fermano i botti a Novara e provincia

In città i botti sono vietati solo in centro e nelle vicinanze di ospedali, case di riposo e canile

Il coprifuoco alle 22 e le ordinanze non hanno fermato gli irriducibili del festeggiamenti di Capodanno.

Quando il conto alla rovescia ha segnato la fine del 2020 sono stati in molti a sparare petardi e fuochi d'artificio per festeggiare la conclusione di un anno tutt'altro che positivo. In tutta Novara si sono registrati botti e scoppi: l'ordinanza comunale però non prevedeva il divieto su tutto il territorio comunale, ma solo a 200 metri da alcuni punti sensibili, cioè piazza Duomo, la Cupola, l'ospedale Maggiore, la clinica San Gaudenzio e la struttura sanitaria di viale Piazza d'Armi, oltre che nei pressi delle case di riposo e nella zona del canile di via del Gazzurlo. 

Anche in provincia si sono registrati botti: a Galliate e Trecate ad esempio, dove vige per tutto l'anno il divieto di sparare fuochi e petardi in tutto il Comune, e poi a Borgomanero e Arona, dove sono state emesse specifiche ordinanze di divieto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capodanno 2021: coprifuoco e ordinanze non fermano i botti a Novara e provincia

NovaraToday è in caricamento