rotate-mobile
Attualità Cameri

Tromba d'aria e allagamenti: maxi esercitazione della protezione civile a Cameri

Cittadini, volontari e forze dell'ordine coinvolti in piazza Dante Alighieri e al Parco del Ticino 

Tromba d'aria e allagamenti a Cameri, è la simulazione della maxi esercitazione di protezione civile.

Nella giornata di oggi, sabato 6 aprile, un centinaio di volontari dell'Aib, della Croce Rossa, dall'associazione Prepper, forze dell'ordine e Comune di Cameri, saranno coinvolti in una maxi operazione di protezine civile che simula una tromba d'aria e allagamenti. Saranno presenti anche unità cinofile per la ricerca di persone scomparse.

L'esercitazione, che si svolgerà nella centrale piazza Dante Alighieri e al Parco del Ticino tra le 11 e le 15, si configura nel progetto di Cambiamenti climatici in corso a seguito del recente convegno patrocinato dal Ministero per l’energia e l’ambiente, Consiglio regionale Piemonte e Provincia di Novara, finalizzato a generare consapevolezza e preparazione dei cittadini sulle avversità climatiche e le loro conseguenze.
"CambiaMenti Climatici in Corso" è rivolto alle famiglie, ai giovani e ai cittadini al fine di far comprendere e apprendere le manovre di primo soccorso e promuovere una buona educazione civica.

Durante la giornata verrà anche presentato in esclusiva nazionale il progetto "Bagaglio delle Emergenze" e del "Piano di emergenza familiare".
Il Bagaglio delle emergenze costituisce un elemento fondamentale per la tutela in caso di problematiche e necessità singole dell’individuo o di famiglia; è un baule atto a contenere elementi e prodotti di prima necessità per far sì che il tempo intercorso tra lo scatenarsi dell'emergenza e l'arrivo dei primi soccorsi sia il più tutelato e il più coperto attraverso prodotti di sopravvivenza e cura.

Continua a leggere su NovaraToday
Seguici anche su Facebook e sul nostro canale WhatsApp

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tromba d'aria e allagamenti: maxi esercitazione della protezione civile a Cameri

NovaraToday è in caricamento