rotate-mobile
Attualità Cameri

Cameri, la parrocchia San Michele Arcangelo si mobilita per restaurare il sagrato e apre la raccolta fondi con Fcn

L'obiettivo di raccolta fondi è di 30mila euro

Al via la raccolta fondi per il progetto "Ridiamo splendore al cortile della Chiesa del Gesù a Cameri".  La parrocchia San Michele Arcangelo si mobilita per ridare valore allo spazio esterno e lancia una raccolta fondi affiancata da Fondazione Comunità Novarese onlus.

Dopo aver completato un primo lotto di interventi, che ha interessato solo il corpo dell'edificio, consentendo di affrontare e risolvere i problemi di umidità di risalita che l'affliggevano, la
parrocchia San Michele Arcangelo di Cameri, con la collaborazione di Fondazione Comunità Novarese onlus che, a oggi, la sostiene nella raccolta fondi, si propone di rivolgersi al sagrato che, sul filo strada della via Diaz, è chiuso da un muretto sovrastato da cancellata in ferro battuto e, sui lati nord e ovest, da muri ripartiti da campiture in sottoquadro nella muratura, dove era affrescata una Via Crucis, ora quasi completamente scomparsa.

Il progetto "Ridiamo splendore al cortile della Chiesa del Gesù a Cameri" ha un costo previsto di circa 100mila euro e un obiettivo di raccolta fondi di 30mila euro. In poche settimane dall’attivazione della raccolta fondi, sono giunte 25 donazioni per un valore complessivo di più di 1.300 euro.
Gli interventi proposti condurranno all'allestimento del cortiletto con lastre di beola e ciottoli di fiume, al restauro dei muri di confine e della cancellata in ferro battuto, a un nuovo impianto di illuminazione a led, con corpi illuminanti integrati nella pavimentazione.

"L’intervento in programma – commenta il Direttore Generale di Fondazione Comunità Novarese onlus, Gianluca Vacchini – è ambizioso ma in poche settimane la comunità di Cameri si è stretta attorno alla parrocchia e sono arrivate già un buon numero di donazioni. Un ottimo inizio che testimonia il valore del progetto e l’importanza di questo luogo per chi ne usufruisce. Uno spazio che non è solo dedicato al culto e alla religione ma, soprattutto, un’opportunità di ritrovo e di condivisione per la cittadinanza".

La chiesa del Santissimo nome di Gesù e il suo sagrato recintato sono incastonati in uno scorcio urbano che ha mantenuto molte delle caratteristiche della Cameri di un tempo, tra case di corte e l’unico tratto ancora scoperto dell’antica Roggia Zanetti.
Documentato fin dal 1594, ma modificato nel 1709, l'edificio presenta una struttura semplice, con aula unica e coro profondo e interni completamente affrescati, che propongono, sulla volta, la Battaglia per il trionfo del Santissimo Nome di Gesù, sulle pareti della navata e del presbiterio i Misteri del Rosario attribuibili alla bottega di Lorenzo Peracino, e nel coro, dominato
dall'imponente tela con la Circoncisione, già pala dell’altare maggiore, affreschi realizzati dal pittore Antonio Re nel 1816.
Già sede di una Confraternita omonima (sodalizio cessato dal punto di vista ecclesiastico, ma ancora attivo, come gruppo di volontari dedito alla sua custodia e valorizzazione) la chiesa è molto amata e frequentata dalla comunità, oltre che luogo preferito per la celebrazione di matrimoni.

Chiunque può contribuire al progetto, utilizzando gli strumenti tradizionali della Fondazione ricordando sempre di indicare nella causale "Chiesa del Gesù - Cameri":
Bollettino postale:
conto corrente n. 18205146 intestato a Fondazione Comunità Novarese onlus
Bancoposta:
codice Iban IT63 T0760110100000018205146
a favore della Fondazione Comunità Novarese onlus
Conto Paypal intestato a Fondazione Comunità Novarese onlus
all’indirizzo mail donare@fondazionenovarese.it

Continua a leggere su NovaraToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cameri, la parrocchia San Michele Arcangelo si mobilita per restaurare il sagrato e apre la raccolta fondi con Fcn

NovaraToday è in caricamento