rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Attualità

Case vuote: a Novara il 15% delle abitazioni non è abitato in modo permanente

A livello provinciale è il valore più basso. Tra i comuni novaresi con più case disabitate c'è Colazza, nell'Alto Vergante, con il 66,8% di abitazioni vuote

A Novara quasi il 15% (14,9%) delle case non sono abitate in modo permanente. A rivelarlo è un'indagine di Openpolis, elaborata sui dati Istat nel contesto del censimento permanente della popolazione e delle abitazioni (relativi al 2021), in cui emerge che in Italia una casa su quattro non è occupata permanentemente.

Secondo il report di Openpolis, nel nostro Paese le aree con la maggiora incidenza di case vuote sono quelle ultraperiferiche (53%) e i comuni della montagna interna (47%). La tendenza è infatti quella di spostarsi dalle aree interne verso le zone più centrali del paese, in cui sono presenti più servizi o opportunità lavorative. 

L'indagine di Openpolis fa quindi riferimento al concetto di abitazione permanentemente occupata, considerata come il luogo nel quale almeno un individuo ha la propria dimora abituale. Per abitazioni non occupate in modo permanente si intendono invece le quelle vuote o le seconde case.

Nella nostra provincia, il comune con la percentuale più bassa di case non occupate in modo permanente è proprio Novara, mentre quello con la percentuale più alta è Colazza, nell'Alto Vergante, con il 66,8% di case vuote, seguito da Lesa, sul Lago Maggiore, con il 62,1%. In generale, nel novarese, i comuni con il maggior numero di abitazioni non occupate in maniera permanente sono quelli che si trovano nella zona dei due laghi. Sul Lago d'Orta, ad esempio, il comune con più case vuote risulta essere quello di Miasino con il 60,2%. 

Continua a leggere su NovaraToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case vuote: a Novara il 15% delle abitazioni non è abitato in modo permanente

NovaraToday è in caricamento