Martedì, 23 Luglio 2024
Attualità

Novara, la Chirurgia toracica dell'ospedale prima in Piemonte per la cura dei tumori del torace

Negli ultimi tre anni la Chirurgia toracica del Maggiore ha operato oltre mille pazienti, dei quali 941 erano oncologici

Un altro importante risultato per l'ospedale Maggiore di Novara: la struttura complessa a direzione universitaria di Chirurgia toracica, diretta dal prof. Ottavio Rena, è infatti stata inserita al primo posto in Piemonte, e tra i primi 15 centri nazionali, per il trattamento delle patologie tumorali del distretto toracico.

I dati si riferiscono agli ultimi tre anni, quelli dell'emergenza-Covid: dal marzo 2020 a fine marzo 2023 la Chirurgia toracica del Maggiore ha operato 1058 pazienti, dei quali 941 erano oncologici .

"Tra questi - spiega il prof. Rena, direttore della struttura - la maggior parte (598 pazienti) erano affetti da tumore del polmone (circa 200/anno) confermando per il 2020 ed il 2021, secondo i report del Programma nazionale esiti di Agenas, la struttura come il primo centro di Chirurgia toracica oncologica del Piemonte (per il 2022 il dato è in ulteriore incremento). La restante parte dei pazienti oncologici erano affetti da neoplasie maligne del mediastino anteriore (timoma e carcinoma timico) e primitive della pleura (mesotelioma pleurico); su quest'ultimo in 21 casi si è proceduto ad interventi di pleurectomia/decorticazione estesa dopo polichemioterapia neoadiuvante".

"Nonostante le difficoltà organizzative ed operative dovute all'emergenza-Covid - precisa Rena - si è sempre riusciti a garantire l'offerta della chirurgia miniinvasiva: 941 pazienti oncologici (tra i quali l'88% dei pazienti affetti da tumore del polmone) sono stati operati in toracoscopia videoassistita o con tecnica robotica con l'ausilio del sistema DaVinci Xi (145 interventi di cui 38 per tumori del mediastino anteriore). La degenza media post operatoria riferita agli interventi maggiori (interventi oncologici sul polmone, sul mediastino o sulla pleura) è stata di circa 5 giorni con un tasso di mortalità/anno di circa 0.65% stabile nei 3 anni esaminati. Il tutto grazie all'impegno dell'intera azienda ospedaliera e in particolare degli incrollabili ed instancabili collaboratori: il dott. Fabio Massera, la dott.ssa Esther Papalia, la dott.ssa Giulia Bora, la dott.ssa Sara Parini e la dott.ssa Erika Passone".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara, la Chirurgia toracica dell'ospedale prima in Piemonte per la cura dei tumori del torace
NovaraToday è in caricamento