rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Attualità

Coronavirus, i cinema di Novara non aprono (per ora)

La decisione del gestore, che spiega quali sono i motivi

Le tre sale cinematografiche di Novara non riapriranno ancora per un po'.

Lo ha annunciato il Mario Tosi, gestore di Vip, Araldo e Faraggiana. Da oggi infatti, lunedì 26 aprile, secondo l'ultimo decreto possono riaprire i cinema, con capienza ridotta e posti distanziati. Ma le sale novaresi non riapriranno subito, come ha spiegato Tosi in un post su Facebook. "Dal 26 aprile il Governo consente anche la riapertura dei cinema. In breve sintetizziamo perché le sale di Novara Vip, Aaraldo e Faraggiana per il momento non possono aderire a questo anticipo della ripartenza. Come facilmente il nostro pubblico potrà immaginare: 1) Mancano i titoli di forte impatto in grado di contribuire a tenere in piedi economicamente l'attività (rinviati quasi totalmente a partire dal mese di agosto in poi). 2) Il coprifuoco alle ore 22 non consente lo svolgimento dello spettacolo serale, fondamentale per l'esercizio cinematografico di provincia. 3) Molti dei film disponibili risultano fondi di magazzino oppure sono già stati programmati sulle piattaforme o annunciati sulle stesse. 4) L'andamento della pandemia lascia ancora aperti troppi dubbi e incertezze: la campagna vaccinale è infatti ancora solo agli inizi".

"Quando almeno alcuni di questi nodi verranno sciolti potremo ritrovarci serenamente nelle nostre sale. Siamo quindi costretti a rinviare ancora di qualche giorno la ripresa delle attività cinematografiche e siamo certi che capirete. Sappiamo che alcuni grandi circuiti come UCI e The Space hanno fissato la riapertura nella seconda metà di maggio. Quella potrebbe effettivamente risultare una data più favorevole e certamente più meditata" conclude Tosi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, i cinema di Novara non aprono (per ora)

NovaraToday è in caricamento