rotate-mobile
Attualità

Città Europea del Vino 2024, a Boca l'anticipazione degli eventi

L’assessore Marnati: “Oltre alle manifestazioni, il 2024 è l’anno in cui gettare le basi per far rinascere e rilanciare questo territorio con le sue innumerevoli peculiarità”

Il Comune di Boca si sta preparando a vivere al meglio il prestigioso riconoscimento di "Città europea del Vino 2024" Alto Piemonte e Monferrato, il titolo che a rotazione premia le migliori aziende produttrici di un territorio europeo. Boca è una delle 20 città piemontesi unite sotto un'unica sigla e un programma condiviso di eventi, meeting, convegni e degustazioni distribuiti sulle province di Alessandria, Biella, Novara, e Vercelli.

Sabato 11 novembre, al Podere ai Valloni, è stato organizzato un evento per presentare parte delle iniziative previste per il 2024. Bisognerà attendere gennaio per conoscere il calendario completo e definitivo.

Denominatore comune degli interventi delle autorità intervenute è l’invito a non perdere questa importante occasione di valorizzazione del territorio. “Una valorizzazione - come sottolineato dal Sindaco di Boca Andrea Cerri - per la quale sarà essenziale la sinergica e stretta collaborazione tra produttori, enti locali e associazioni territoriali”.

Anche l’assessore Marnati ha sottolineato infatti l'importanza di “Valorizzare il nostro territorio e il comparto vitivinicolo. Questa è una giornata molto importante ma non è l'arrivo, quanto piuttosto l'inizio di un percorso che ci porta a valorizzare il brand dell'Alto Piemonte, che per noi è motivo di grande orgoglio e ci permette di raccontare quel che nel tempo è stato fatto da persone lungimiranti. Davanti abbiamo molto lavoro da fare: il 2024, anno in cui ci sarà il riconoscimento di Città Europea del Vino, non dovrà essere solo l’anno delle manifestazioni ma anche l'anno in cui gettare le basi per far rinascere e rilanciare, e soprattutto mantenere negli anni, questo territorio con le sue innumerevoli peculiarità. Ma per raggiungere l'obiettivo, ovvero quello di rendere più competitivo e attrattivo il nostro territorio, dovremo fare rete, valorizzare e investire, con pubblico e privato che lavorano in sinergia”.

Il programma di massima, che verrà ufficializzato in gennaio prevede diversi appuntamenti. Le anticipazioni hanno confermato “Benvenuta Primavera delle Città del Vino”, l’esposizione per vie e piazze cittadine dei produttori del vino Boca doc che si terrà il 24 marzo. Tra maggio e giugno verrà allestita la “Mostra del vino di Boca” curata dalla Pro Loco. In agosto torna Calici di stelle, l’evento con concerto in vigna in condivisione ospitato al Podere ai Valloni coinvolgendo Città del vino e i produttori. Da settembre ad ottobre sarà la volta della “Festa della vendemmia comunitaria” che verrà ospitata nuovamente nella piazza di Boca.  A novembre appuntamento con “San Martino”, l’evento bochese con i produttori e in concomitanza con la tradizionale castagnata alpina.

Continua a leggere su NovaraToday

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città Europea del Vino 2024, a Boca l'anticipazione degli eventi

NovaraToday è in caricamento