Mercoledì, 4 Agosto 2021
Attualità

Città della salute e della scienza di Novara: approvato il testo di legge in Commissione

La Commissione ha licenziato il testo definitivo che dovrà ora essere calendarizzato in aula per la sua approvazione

Foto di repertorio

La Commissione Sanità del Consiglio regionale dle Piemonte ha approvato il testo di legge sulla sulla Città della salute e della scienza di Novara.

A darne comunicazione sono i consiglieri regionali novaresi della Lega Riccardo Lanzo, Letizia Nicotra e Federico Perugini.

"Proseguiamo con l'impegno di tenere costantemente informata la comunità novarese sui lavori della Commissione Sanità del Consiglio Regionale del Piemonte in riferimento al Ddl 62, ovvero 'Norme relative al finanziamento del presidio ospedaliero Città della salute e della scienza di Novara - hanno dichiarato i consiglieri - Oggi in Commissione abbiamo espresso parere favorevole ad un emendamento proposto dalla Giunta, che aumenta la disponibilità di risorse da 20 a 23 milioni di euro per pagare i canoni, così da ridurre il numero di questi ultimi da 26 a 18 rate, ed abbassare la quota di interessi, al fine di poter apprezzare un eventuale risparmio di oneri finanziari".

Il progetto del nuovo ospedale

"La Commissione - aggiuntono i consiglieri - tenuto conto delle proposte accolte, ha licenziato il testo definitivo che dovrà ora essere calendarizzato in aula per la sua approvazione. Abbiamo preso atto con favore dalle parole dell'assessore Icardi che in chiusura di discussione ha aggiunto come la valutazione di Cassa Depositi e Prestiti sulle ipotesi di finanziamento del Piano Economico Finanziario, ai fini della verifica e conferma della congruità e ragionevolezza delle stesse in relazione alle correnti condizioni di mercato per operazioni comparabili, sarà disponibile prima del dibattito in aula, senza peraltro rappresentare un vincolo al licenziamento della legge".

"Abbiamo respinto la proposta del Movimento 5 Stelle di togliere il carattere di urgenza alla proposta - concludono Lanzo, Nicotra e Perugini - che invece per noi rimane tale, infatti non è più possibile non rendere disponibile lo strumento normativo indispensabile all'avvio di un'opera di edilizia sanitaria fondamentale non solo per il Piemonte Orientale, ma per tutta la Regione e per tutti i nostri concittadini, che si aspettano efficienza e qualità sanitaria per le proprie cure".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città della salute e della scienza di Novara: approvato il testo di legge in Commissione

NovaraToday è in caricamento