rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Attualità Borgomanero

Borgomanero, ultimati i lavori a Palazzo Bono a Santa Cristina

L'intervento si era reso necessario dopo l'evidenza di un complesso quadro fessurativo sulle volte del piano occupato dai bambini della scuola dell'infanzia nel 2018

Si sono conclusi nei giorni scorsi i lavori di consolidamento strutturale a Palazzo Bono. L'intervento si era reso necessario dopo l'evidenza di un complesso quadro fessurativo sulle volte del piano occupato dai bambini della scuola dell'Infanzia nel 2018.

I lavori, costati all’incirca 330mila euro, hanno in primo luogo visto una attività di indagini diagnostiche e verifiche sismiche e di monitoraggio continuo del quadro fessurativo, che hanno interessato le fondazioni del
corpo di fabbrica, le murature in elevazione e le volte. Successivamente e stato attuato l'intervento di consolidamento strutturale mediante l'inserimento di nuove catene in acciaio. Il progetto e il cantiere sono stati seguiti dallo Studio associato Jurina e Radaelli di Monza. Il prof. Lorenzo Jurina è professore universitario presso il Politecnico di Milano ed ingegnere civile esperto nel consolidamento strutturale di edifici storici.

L'intervento è stato inserito tra quelli finanziati da Fondazione Cariplo nel bando "Beni al sicuro" nel 2019. Il finanziamento di Cariplo vede inoltre coinvolto il Museo della Civiltà agricola locale all'interno di attività di valorizzazione del bene.

In questa fase i bambini della scuola dell'infanzia di Santa Cristina sono tornati a frequentare le sale di Palazzo Bono in attesa di iniziare i lavori di sistemazione dei nuovi spazi scolastici previsti nell'area (Casa del Custode).

"Abbiamo concluso un intervento importante di messa in sicurezza di un bene prezioso per la nostra comunità - hanno sottolineato il sindaco Sergio Bossi e l’assessora ai Lavori pubblici Elisa Zanetta - Vorremmo ringraziare sinceramente tutti coloro che in questo periodo hanno collaborato: gli uffici comunali, i progettisti e le imprese, il gruppo della Civiltà agricola locale, custode appassionato del bene, ed infine tutto il corpo docenti che insieme ai bambini sono stati speciali collaboratori. Con loro abbiamo lavorato sempre in modo propositivo attrezzando prima gli spazi alternativi scelti per permettere di continuare le lezioni all'interno del plesso, in particolare la sistemazione dell'area giochi esterna, e ora per il nuovo trasloco negli spazi resi di nuovo sicuri"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Borgomanero, ultimati i lavori a Palazzo Bono a Santa Cristina

NovaraToday è in caricamento