Novara, consegnati i primi alloggi popolari di via Bianchetti

Gli appartamenti sono destinati a 5 famiglie finora residenti in via Goito

Lunedì 28 settembre la consegna delle chiavi dei primi appartamenti

Sono state consegnate nella mattinata di ieri, lunedì 28 settembre, le chiavi dei primi alloggi di edilizia sociale di via Bianchetti a cinque famiglie finora residenti in via Goito.

"L’opera di recupero del Parco ex Ferrovie Nord - ha spiegato il sindaco di Novara Alessandro Canelli - ci ha consentito di mettere a disposizione della città alloggi di edilizia sociale pensati per offrire un servizio a chi ne ha bisogno, ma anche per consentire all’ente gestore, nel caso specifico Atc, di razionalizzare le spese legate all’edificio stesso. Parallelamente, verranno recuperati, con la stessa filosofia di base, gli alloggi di via Goito con un concetto differente ma innovativo di edilizia sociale, rispetto al passato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Entro la settimana, verranno trasferite anche le altre famiglie - ha aggiunto Luigi Songa, presidente di Atc Piemonte Nord - in modo da poter iniziare i lavori di recupero di via Goito. Contemporaneamente, stanno partendo anche altri cantieri che ci daranno la possibilità di rinnovare gli alloggi di edilizia sociale attuale, molti dei quali, purtroppo, versano in pessime condizioni per anni di mancata manutenzione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Conte ha firmato il Dpcm: bar e ristoranti fino alle 18, chiuse palestre e piscine

  • Filamenti bianchi sulla città: che cos'è la strana sostanza che cade dal cielo su Novara

  • Novara, due risse sabato sera: una in centro e una in viale Kennedy

  • Coronavirus, nuova ordinanza in Piemonte: didattica a distanza al 100% per le superiori e capienza ridotta sui mezzi pubblici

  • "Da cinque giorni aspettiamo il risultato del secondo tampone", la storia di una famiglia novarese

  • Coronavirus, coprifuoco in Piemonte: chi può spostarsi tra le 23 e le 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento