Sicurezza a Trecate: firmato il protocollo d'intesa per il controllo del vicinato

Ultimo atto dell'iter, nelle prossime settimane ci saranno incontri informativi

Ultimo tassello incastrato, ora manca solo la parte concreta. È stato approvato e firmato il protocollo d’intesa tra Comune di Trecate e la prefettura di Novara per il “Controllo del vicinato”. Si tratta dell’ultimo atto formale di un percorso avviato dall’amministrazione comunale per migliorare la sicurezza sul territorio comunale, rafforzando la collaborazione tra i cittadini e le forze di polizia.

“Un recupero delle pratiche di solidarietà fra i cittadini, - ha detto l'assessore Alessandro Pasca - gli abitanti non dovranno fare ronde o assumere comportamenti imprudenti, ma semplicemente prestare maggiore attenzione a chi passa per le strade, segnalando alle forze dell’ordine tramite un coordinatore situazioni sospette e collaborando con i vicini attraverso comportamenti di reciproca assistenza.”

E ha aggiunto: "Siamo soddisfatti per l’approvazione del progetto; con la collaborazione di tutti, cittadini compresi, si potrà fare sempre meglio per la sicurezza della nostra Città, permettendo di limitare ulteriormente reati contro le proprietà e le persone. Nelle prossime settimane organizzeremo incontri informativi per spiegare il progetto nei dettagli e coinvolgere tutti i cittadini che vorranno aderire per poter poi partire con la costituzione dei gruppi e la fase operativa del progetto.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Borgolavezzaro, 49enne trovato morto in casa: ipotesi suicidio

  • Bellinzago, trovata morta in casa da oltre dieci giorni: 20 cani senza cibo e cure

  • Incidente a Novara, schianto alla rotonda del Cim: auto finisce contro un palo

  • Novara, intossicata dal monossido di carbonio in casa: salvata grazie al rilevatore portatile dei soccorritori

  • Villadossola, cade in un canale in bicicletta e muore

  • Marano Ticino, aggrediti da un cane in strada: il padrone scappa senza prestare aiuto

Torna su
NovaraToday è in caricamento