Novara, Corinne Baroni nel Consiglio di presidenza dell'Associazione Teatri di Tradizione

Il direttore del Coccia: "Sono particolarmente felice per questa nomina"

Corinne Baroni

Corinne Baroni, direttore del Teatro Coccia di Novara, entra nel Consiglio di presidenza dell’Associazione Teatri di Tradizione.

La nomina è arrivata lo scorso 10 febbraio a Roma, con l’annuncio del nuovo presidente dell’associazione, Luciano Messi, sovrintendente del Macerata Opera Festival - Arena Sferisterio.

L’Associazione dei teatri di tradizione (Atit) è l’ente che in seno all’Agis - Associazione Generale Italiana dello Spettacolo rappresenta 24 teatri di tradizione dislocati su tutto il territorio nazionale e capaci di coprire (con una produzione che oltre alla lirica comprende spettacoli di danza, prosa, concerti sinfonici e da camera) un bacino d’utenza di circa 12 milioni di abitanti e che registrano ogni anno oltre un milione di spettatori.

A completare il Consiglio di presidenza sono Valeria Told (Fondazione Haydn di Bolzano e Trento), vicepresidente, Franco Belletti (Ravenna Festival), Francesca Bertoglio (Teatro Fraschini di Pavia), Giovanni Del Carlo (Teatro del Giglio di Lucca) e Anna Maria Meo (Teatro Regio di Parma). Revisore è Andrea Paganelli.

Soddisfazione da parte del direttore Baroni: "Sono particolarmente felice per questa nomina sia poiché ho grande stima e fiducia del neo presidente Luciano Messi, il cui programma trova perfetta coincidenza con la mia visione di Teatro e di sistema, sia poiché avrò così la possibilità di condividere con i colleghi del Consiglio di presidenza e i vari tavoli di lavoro il nostro modello di Teatro virtuoso, che vede nella connessione con il territorio, nell’investimento nella musica nuova e nell’attenzione verso la formazione dei mestieri del Teatro (Accademia Amo) i suoi punti di maggiore efficacia e forza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, Cirio: "Per l'1 o il 3 dicembre il Piemonte sarà in zona arancione"

  • Coronavirus, da domenica il Piemonte è zona arancione: cosa è consentito fare

  • Novara, aereo vola basso sulla città: ecco il perchè

  • Coronavirus, nuova ordinanza del ministro Speranza: il Piemonte passa in zona arancione

  • Bambino di 4 anni colpito al volto dal calcio di un cavallo

Torna su
NovaraToday è in caricamento