menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il calciatore del Novara Andrea Sbraga

Il calciatore del Novara Andrea Sbraga

Coronavirus, giocatore del Novara Calcio cita Mussolini su Instagram: "grande statista lungimirante"

Polemica in città. La questione è stata sollevata dalla consigliera del Pd Sara Paladini durante l'ultimo Consiglio comunale

Polemica a Novara dopo la notizia che un giocatore del Novara Calcio avrebbe citato Benito Mussolini su Instagram: in un post (poi rimosso) sulla vicenda legata al coronavirus e ai contagi in Italia (e in città), Andrea Sbraga avrebbe infatti definito Mussolini "grande statista lungimirante", riportando poi una frase attribuita ad un suo discorso del '27 in cui si legge "Nei prossimi decenni ci dovremo guardare dall'espansionismo cinese. Invaderanno il mondo con la loro smisurata prolificità, con i loro prodotti a basso costo e con le epidemie che coltivano al loro interno".

La questione è stata sollevata durante l'ultimo Consiglio comunale dalla consigliera del Pd Sara Paladini, che oggi, venerdì 28 febbraio, in un post su Facebook ha scritto: "Il fascismo continua a serpeggiare nella nostra comunità. Ieri ho denunciato il post del calciatore in aula, e alcuni mi hanno risposto che era una semplice goliardata, su questi temi non si scherza, e ancor di più quando si indossa una divisa, si rappresenta una città e una comunità non è ammissibile".

Sulla questione è intervenuta anche l'assessore allo Sport Marina Chiarelli, che ha commentato "Intervengo doverosamente sulla questione, a mio avviso strumentalmente sollevata, riguardo al post apparso sul profilo personale del giocatore del Novara Calcio 1908 Andrea Sbraga. Ritengo di stigmatizzare il polverone mediatico che ne sta derivando. Quanto pubblicato dal ragazzo è chiaramente una battuta, interpretabile anche in senso contrario, che gira da giorni, peraltro preconfezionata. Alzi la mano chi non l’ha mai né ricevuta né scambiata, assieme a tante altre che riguardano politici di ogni colore e le parole da loro pronunciate in questa situazione di emergenza. Trovo invece discutibili le reazioni, specie di chi sprofonda nell’offesa personale gratuita, a fronte dell’ironia peraltro fisiologica dei social".

Nel frattempo, con una nota ufficiale, il Novara Calcio ha annunciato che "Con il presente comunicato la Società Novara Calcio intende fare una precisazione a seguito del post pubblicato da un nostro tesserato sui suoi personali profili social. La Società ha provveduto a parlare prima con l’interessato e poi con l’intera squadra affinché da qui in poi venga fatto un uso responsabile e attento dei social media personali, in quanto si tratta di personaggi pubblici, che rappresentano i colori della città e devono pertanto essere d’esempio soprattutto per i più giovani. Si è quindi deciso di non tollerare in futuro ulteriori usi impropri dei social media personali di ogni singolo tesserato e a tal fine è stato comunicato che in caso contrario verranno adottate misure disciplinari per chiunque venga meno a tale richiesta. Data la spiacevole vicenda, e a tutta la risonanza mediatica che si è venuta a creare intorno ad essa, è stato chiesto a tutti i nostri tesserati di non rilasciare alcun tipo di dichiarazione a riguardo, ma di utilizzare maggiore concentrazione in campo. Il Novara Calcio, infine, intende sottolineare, oggi in modo ancora più marcato, l’importanza del rispetto e della tolleranza del FairPlay come valori assoluti sia in campo che fuori".


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, il Piemonte verso la zona gialla: le nuove regole

Attualità

Autostrada, chiuso lo svincolo di Novara tra la A4 e la A26

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento