rotate-mobile
Sabato, 29 Gennaio 2022
Attualità

Coronavirus e scuola, 3 le classi in quarantena tra novarese e Vco: i dati del monitoraggio della Regione

Secondo l'indagine settimanale sulle scuole piemontesi, inoltre, l'incidenza del contagio tra gli studenti cresce meno nelle fasce vaccinabili

Dal monitoraggio condotto dalla Regione Piemonte, nella settimana dal 25 al 31 ottobre, la situazione del contagio nelle scuole del territorio continua a rimanere contenuta, con una diminuzione dei focolai e delle quarantene.

Nel dettaglio, secondo i dati raccolti, i focolai passano da 21 a 15: 2 nei nido (età 0-2anni), 4 nelle scuole dell’infanzia (3-5anni), 5 nelle scuole primarie (6-10anni), 3 nelle scuole secondarie di 1°grado (11-13anni), 1 nelle scuole superiori (14-18anni). Suddivisi su base provinciale: 1 nell’alessandrino (materna), 1 nell'astigiano (media), 5 nel cuneese (1 nido, 1 materna, 2 elementari, 1 scuola media), 1 Vercelli (materna), 5 Torino città (1 nido, 2 elementari, 1 media, 1 superiore), 2 Torino città metropolitana (1 materna, 1 elementare). Nessun focolaio nelle province di Biella, Novara e nel Vco.

Le classi in quarantena passano da 185 della scorsa settimana a 162: 6 nei nidi, 23 nelle scuole dell’infanzia, 56 classi nelle scuole primarie, 45 classi nelle scuole secondarie di 1° grado, 32 classi nelle scuole superiori. Suddivise su base provinciale, le classi in quarantena sono 12 nell’alessandrino (4 scuole dell’infanzia, 4 elementari, 3 medie, 1 superiore), 7 nell’astigiano (3 elementari, 3 medie, 1 superiori), 4 nel biellese (1 elementare, 1 media, 2 superiori), 29 nel cuneese (1 nido, 2 materna, 11 primarie, 7 medie, 8 superiori), 2 Novara (1 media, 1 superiore), 43 Torino città (2 nido, 4 infanzia, 14 primarie, 10 medie, 13 superiori), 60 Torino città metropolitana (2 nido, 10 infanzia, 22 primarie, 20 medie, 6 superiori), 4 nel vercellese (1 nido, 3 materne), 1 nel Vco (elementare).

L'incidenza del contagio nelle fasce di età scolastiche

Secondo i dati raccolti dalla Regione, in età scolastica, l’incidenza della malattia suddivisa per fasce di età mostra nella settimana dal 25 al 31 ottobre, rispetto a quella del 18-24 ottobre, un aumento più marcato nelle classi di età che non possono essere vaccinate. L'incidenza dei nuovi casi settimanali ogni 100mila abitanti nelle specifiche fascie d’età passa da 16.7 a 34.5 tra 0-2 anni, da 33.4 a 50.1 fra i 3 e i 5 anni, da 52.8 a 65.6 tra i 6 e i 10 anni.

Meno marcato, invece, l’incremento nelle fasce di età sottoposte a immunizzazione, che come noto comincia a partire dai 12 anni. L’incidenza nella fascia 11-13 anni passa da 53.2 a 58.3, mentre i ragazzi tra i 14 e i 18 anni si mantengono pressochè stabili, con una incidenza che passa da 35 a 37 nuovi casi ogni 100mila in questa fascia d’età.

Vaccini, il Piemonte chiede di dare il via alle terze dosi per il personale scolastico

La percentuale di vaccinati tra studenti e personale scolastico

Per quanto riguarda la vaccinazione, il 95% circa del personale scolastico del Piemonte ha dato la propria adesione alla campagna vaccinale e di questo quasi il 96% ha già completato il ciclo vaccinale.

Alta anche l'adesione degli studenti che, ad oggi, è di circa il 72%, su una popolazione complessiva di 316mila nella fascia 12-19 anni. Tra coloro che hanno aderito il 91% ha già completato il ciclo vaccinale.

Prosegue lo screening con test salivari nelle scuole elementari

Sono ad oggi 490 le scuole elementari e circa 16.200 i piccoli studenti che hanno aderito allo screening del piano Scuola Sicura della Regione Piemonte, che prevede ogni 15 giorni un test salivare a scuola su base volontaria. Più di 500mila i test salivari acquistati dal Piemonte per gli screening.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus e scuola, 3 le classi in quarantena tra novarese e Vco: i dati del monitoraggio della Regione

NovaraToday è in caricamento