menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Coronavirus, l’esercito italiano sanificherà le Rsa del Piemonte

Proseguono anche gli incontri con la Cabina di regia voluta da Provincia e Prefettura

Prenderà il via domani, venerdì 24 aprile, il processo di sanificazione di decine di Rsa in Piemonte per opera dell’esercito italiano: ad annunciarlo l’Unità di crisi della Regione. E’ uno fra gli argomenti più importanti di queste ultime settimane, Rsa e strutture con più o meno contagi. Come spiega l’Unità di crisi, da circa un mese ogni settimana vengono censite tutte le Rsa piemontesi. Il rapporto su oltre 600 strutture, con più di 17 mila dati singoli contenuti consente di desumere eventuali carenze di operatori (oss, infermieri e medici), stato di salute di pazienti e operatori, possibilità delle strutture di garantire l’isolamento di pazienti sintomatici e positivi. 

Coronavirus, Rsa: protocollo d’intesa e incontri per gestire l’emergenza

Ogni settimana il rapporto viene inviato alle Commissioni di vigilanza delle Asl, al fine di mettere in luce le strutture che presentano le maggiori criticità e migliorare l’attività delle Commissioni stesse.

Sempre le Rsa sono state attrezzate di dispositivi di protezione: si contano 220 mila mascherine alle residenze socio-assistenziali e 97.250 mascherine alle strutture socio-assistenziali erogate sempre dall’unità di crisi. 

Tamponi

Due volte la settimana viene chiesta ai Sisp e alle Usca la trasmissione dei tamponi effettuati in ogni singola Rsa, suddivisa per ospiti, operatori, esito e futura programmazione. Secondo l’ultimo aggiornamento, di lunedì 20 aprile, sono stati fatti circa 20 mila test su un totale di 400 strutture, il 60%.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento