Domenica, 25 Luglio 2021
Attualità

Coronavirus: il Piemonte resta in zona arancione, ma da sabato previste nuove restrizioni

Attesa per questa sera un'ordinanza regionale, che conterrà alcune nuove misure che mirano a limitare la diffusione del coronavirus, tra cui anche la chiusura delle aree gioco all'interno dei parchi

Foto di repertorio

Confermata anche per la prossima settimana la zona arancione in Piemonte, esclusi quei territori inseriti in zona rossa, tra cui la Valle Vigezzo e il Comune di Crescentino. Da sabato 6 marzo, inoltre, saranno previste nuove misure che mirano a limitare la diffusione del coronavirus, oltre alla già annunciata chiusura delle scuole, che in alcuni territori prevede dall'8 marzo la Dad al 100% dalla seconda media, mentre in altri a partire dalla materna.

A darne notizia è la Provincia di Novara, che in una nota su Facebook ha annunciato che nelle prossime ore sarà diffusa una nuova ordinanza "con la quale la Regione Piemonte definisce la permanenza del proprio territorio in zona arancione (esclusi i comuni che sono zona rossa)".

A partire da martedì 9 marzo, in tutto il Piemonte non sarà consentito l’utilizzo delle aree attrezzate per gioco e sport, come ad esempio scivoli, altalene, campi di basket, aree skate, in aree pubbliche e all’interno di parchi e giardini pubblici (fatta salva la possibilità di fruizione da parte di soggetti con disabilità). Inoltre da domani, sabato 6 marzo, l’accesso alle attività commerciali sarà consentito ad un solo componente per nucleo familiare (ad eccezione della necessità di recare con sé minori, disabili o anziani). Infine, la Regione raccomanda alle attività di ristorazione la vendita con consegna a domicilio rispetto all’asporto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: il Piemonte resta in zona arancione, ma da sabato previste nuove restrizioni

NovaraToday è in caricamento