Attualità

Coronavirus, Rsa e vaccino: si cerca una soluzione per gli anziani non autosufficienti

In assenza di un tutore legale gli anziani non possono firmare il consenso al vaccino

"Rispetto alle difficoltà di vaccinare gli ospiti delle Rsa che non sono completamente lucidi e che non hanno un tutore che ne garantisca il diritto possiamo assicurare che nessun anziano e nessun parente sarà lasciato solo nell’affrontare il problema"

Il presidente della Provincia di Novara Federico Binatti e il vicepresidente Michela Leoni ricordano che "al di là delle azioni che possono essere intraprese dai direttori sanitari e dai medici di base delle varie strutture, esiste, data la delicata situazione nella quale ci troviamo, la possibilità di procedere con nomine d’urgenza dei tutori legali degli ospiti che non sono in grado di prendere autonomamente una decisione. Intendiamo rassicurare, pertanto, che la questione, in considerazione dell’emergenza sanitaria e dei rischi ai quali sono sottoposti gli anziani, non rappresenta una preclusione insuperabile. Nel caso in cui persistessero problemi – concludono – siamo pronti a sottoporre eventuali impasse all’attenzione della prossima riunione della Cabina di regia Rsa".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Rsa e vaccino: si cerca una soluzione per gli anziani non autosufficienti

NovaraToday è in caricamento