Coronavirus, l'assessore regionale Marnati: tamponi nelle scuole per "bloccare i contagi"

Per l'assessore novarese, intervenuto alla scuola primaria Levi per l'avvio dell'anno scolatisco, "fino a novembre dovremo potenziare tutte le strutture, la situazione è in continua evoluzione"

L'assessore regionale ha fatto visita alla scuola primaria Levi di via Juvarra

Un saluto particolare quello portato nella mattinata di oggi, lunedì 14 settembre, dall’assessore regionale Matteo Marnati alla scuola primaria Levi di via Juvarra per l’avvio dell’anno scolastico.

"Un anno - ha esordito l’assessore - innegabilmente particolare e unico", complicato a livello organizzativo per permettere il rientro di alunni e studenti in totale sicurezza.

E per l’occasione l’assessore ha nuovamente puntato l’attenzione sulla necessità di fare i tamponi nelle scuole per "bloccare i contagi" attraverso soggetti asintomatici che, in assenza di tampone, non verrebbero identificati: "Ci stiamo organizzando - ha ribadito - a breve avremo una riunione operativa. Secondo noi questa operazione darà buoni frutti. Chiederemo al Rettore dell'Università del Piemonte Orientale la possibilità di estendere il test virologico anche agli studenti universitari".

I risultati dei tamponi si avranno in tempi brevi e non vi è necessità di alcuna quarantena; nel caso in cui emergesse un positivo partirà la procedura prevista: "credo che fino a novembre dovremo potenziare tutte le strutture, la situazione è in continua evoluzione e dobbiamo tenere da una parte costantemente alta l’attenzione, dall’altra essere celeri".

E rivolto dirigenti scolastici: "come Regione vi siamo vicini e gli effetti dell’ordinanza (nello specifico al punto riguardante l’eventuale necessità di procedere alla misurazione della febbre prima dell’ingresso in assenza dell’autocertificazione che attesti l’avvenuta misurazione a cura della famiglia) saranno visibili a breve termine. Ho scelto questa scuola 'di periferia' per  un saluto simbolico e per testimoniare la presenza e la vicinanza della Regione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, il Piemonte resta in zona rossa: prorogate al 3 dicembre tutte le misure di contenimento

  • Coronavirus: +2641 casi in Piemonte, a Novara ricoveri in risalita

  • Coronavirus, Cirio: "Per l'1 o il 3 dicembre il Piemonte sarà in zona arancione"

  • Coronavirus, all'ospedale di Novara 238 ricoverati e 5 decessi

  • Ahmadreza Djalali, si avvicina la pena di morte per il ricercatore novarese detenuto in Iran

Torna su
NovaraToday è in caricamento