Coronavirus, per Coldiretti Novara-Vco il turismo nella "Fase2" è nelle campagne

Secondo l'associazione, questa estate sarà importante valorizzare agriturismi e patrimonio agroalimentare del territorio

È attesissima la decisione sul via libera allo sconfinamento tra regioni dagli italiani che scelgono il mese di giugno per mettersi in viaggio. E’ quanto emerge da un'analisi della Coldiretti in riferimento alla riapertura delle frontiere e rispetto alla decisione del Governo per quanto riguarda gli spostamenti interregionali.

"Il movimento tra regioni rappresenterebbe una boccata di ossigeno importante per il turismo nazionale - ha commentato Sara Baudo, presidente di Coldiretti Novara-Vco - . Il Piemonte valuterà l’apertura dei confini regionali con cautela, per cui la data del 3 giugno potrebbe essere posticipata ulteriormente, però, nel frattempo, sul territorio è possibile scoprire e riassaporare il piacere di muoversi tra le tante bellezze che offre la nostra regione".

"Gli agriturismi sono le strutture più idonee per passare il tempo libero - ha aggiunto Baudo -  è possibile rispettare le misure di sicurezza anti-contagio in maniera ‘naturale’, avendo a disposizione ampi spazi nella natura. Da questa settimana sono nuovamente tutti aperti. Fare turismo in campagna significa evitare il pericoloso rischio di affollamenti al mare o nelle città, ma anche trascorrere giornate immersi nel verde, all’insegna delle tradizioni e delle specialità enogastronomiche locali. Le province di Novara e del Vco vantano un paesaggio variegato e con una grandissima offerta: dalla pianura al lago, senza dimenticare le nostre bellissime montagne e valli. E hanno un patrimonio agroalimentare e vitivinicolo ricchissimo e produzioni di eccellenza. Le strutture agrituristiche hanno un’offerta ampia, per tutti i gusti e per tutte le tasche, con possibilità di pernottamento ed esperienze nella natura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novara, aereo vola basso sulla città: ecco il perchè

  • Coronavirus, da domenica il Piemonte è zona arancione: cosa è consentito fare

  • Incidente sul lavoro a Novara: morto un operaio di 36 anni

  • Coronavirus, Cirio: "Per l'1 o il 3 dicembre il Piemonte sarà in zona arancione"

  • Bambino di 4 anni colpito al volto dal calcio di un cavallo

  • Nuovo Dpcm Natale 2020: le regole allo studio per pranzi, cene e parenti

Torna su
NovaraToday è in caricamento