Coronavirus, ovoprodotti e uova in guscio per aiutare il Banco alimentare

Tra le regioni che verranno aiutate c'è anche il Piemonte

Ovoprodotti e uova in guscio per un equivalente di 1.500.000 uova per sostenere il Banco alimentare anche in Piemonte. Così il Gruppo Eurovo, di Imola, leader europeo nella produzione di uova e ovoprodotti, ha risposto all’appello del Banco. 

Così si garantisce il diritto al cibo a tutte le famiglie in difficoltà e che lo sono ancor di più in questo momento di emergenza. L’eccezionalità della sfida di Covid-19 e le attuali straordinarie misure di contenimento della diffusione del virus, infatti, stanno mettendo a dura prova l’attività della Rete Banco Alimentare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La distribuzione dei prodotti avverrà attraverso le tante strutture caritative convenzionate, attive nelle diverse regioni d’Italia. Tra le regioni raggiunte dall’operazione c’è anche il Piemonte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novara, maxi rissa in piazza Martiri: volano sedie e bicchieri

  • Mega incidente alle porte di Novara: scontro tra 7 auto, otto feriti

  • Novara, forte temporale con grandine su città e provincia

  • Elezioni comunali ad Arona, Monti è il nuovo sindaco

  • Arona: ha un malore mentre è a scuola, morto studente di 17 anni

  • Elezioni comunali 2020, tutti i risultati nel novarese e nel Vco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento