Attualità

Coronavirus, Open night vaccinale: per Rossi "meno trovate e più soluzioni strutturali ai problemi della campagna"

Il consigliere regionale del Pd, e vice presidente della Commissione Sanità, interviene sull'Open night vaccinale per i giovani tra i 18 e i 28 anni organizzata dalla Regione

"La Giunta smetta di inventarsi ogni giorno una 'trovata' diversa, più utile a distogliere l’attenzione dai problemi della campagna vaccinale che a risolverli".

Così il consigliere regionale del Pd, e vice presidente della Commissione Sanità, Domenico Rossi interviene in merito all'Open night vaccinale annunciata dalla Regione e in programma all’hub di Reale Mutua a Torino.

"Oggi è la volta dell’Open night - commenta Rossi - chiaramente sempre riservato ai soli torinesi, come l’hub vaccinale del Valentino. Il Piemonte 2 intanto aspetta la stessa attenzione e le soluzioni a problemi più che noti: ci sono cittadini che aspettano settimane dalla prenotazione prima di ricevere una data per la prima somministrazione e, come previsto, cominciano ad arrivare segnalazioni sul periodo delle ferie perché la seconda somministrazione viene calendarizzata sul momento senza alcune flessibilità, diversamente da quanto riportato dall'assessore Icardi in risposta alla mia interrogazione su questo tema. Non mi stancherò mai di chiederlo: perché non si caricano le agende sulla piattaforma così da vedere già in fase di prenotazione le date dei vaccini come avviene nelle altre regioni? Il sistema attuale è davvero penalizzante per i piemontesi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Open night vaccinale: per Rossi "meno trovate e più soluzioni strutturali ai problemi della campagna"

NovaraToday è in caricamento