rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Attualità Sant'Agabio / Via XXV Aprile 1945

Novara, frana del cavalcavia XXV Aprile: "Impossibile prevedere i tempi per la riapertura"

I tecnici hanno iniziato i sopralluoghi. "Finchè non capiremo perchè è successo non potremo iniziare i lavori" dice l'assessore Zoccali

"Stiamo procendendo il più velocemente possibile: i tecnici comunali hanno effettuato i primi sopralluoghi. La priorità è capire cosa è successo". Con queste parole l'assessore ai lavori pubblici Rocco Zoccali spiega il lavoro frenetico di questi ultimi giorni negli uffici tecnici, e non solo, del Comune di Novara.

Il crollo di una spalletta della rampa di accesso del cavalcavia XXV Aprile, che ha provocato il ferimento di una donna, è un argomento rovente in questi giorni in città. La conseguenza immediata della voragine che si è aperta nell'asfalto è il traffico, che ha paralizzato completamente la città, soprattutto in ingresso e in uscita per chi proviene dall'ovest Ticino. I tempi per la riapertura del cavalcavia al momento, però, non sono prevedibili. "Finchè non sapremo cosa è successo non possiamo pianificare un intevento di ripristino" spiega Zoccali.

Frana del cavalcavia XXV Aprile: "Manutenzioni e controlli sono stati fatti"

"I tecnici comunali hanno effettuato i primi sopralluoghi - dice Zoccali -. Con loro anche i tecnici di Rete Ferroviaria Italiana perchè, nonostante la parte sospesa del cavalcavia non sia stata interessata, comunque vanno fatte tutte le verifiche necessarie. Una volta che capiremo cosa è accaduto potremo anche decidere come muoverci per riaprire al più presto il cavalcavia, ma fino ad allora non possiamo fare previsioni".

Il cavalcavia XXV Aprile era già stato oggetto di interventi: tra il 2014 e il 2015 era stata sistemata la rampa che porta verso viale Curtatone, dalla parte opposta rispetto a quella crollata, perchè a rischio di frana. Il cavalcavia era stato poi sottoposto a controlli nel 2018, dopo la tragedia del ponte Morandi, e nel 2020, quando sono stati programmati gli interventi di rifacimento dell'asfalto, che si sono conclusi qualche settimana fa. Sembra però che le verifiche non abbiano interessato le rampe, ma solo la parte sospesa.  "Non siamo sprovveduti, se avessimo saputo che c'erano problemi certamente avremmo chiuso prima, come abbiamo fatto per il ponte sul Terdoppio - conclude Zoccali -. Stiamo verificando tutta la documentazione, ma non risulta che fossero state segnalate criticità". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara, frana del cavalcavia XXV Aprile: "Impossibile prevedere i tempi per la riapertura"

NovaraToday è in caricamento