Sabato, 20 Luglio 2024
Attualità

"Mio figlio vittima di bullismo a scuola, ma gli insegnanti non fanno nulla": la denuncia di una madre

Gli episodi sarebbero diversi e si sarebbero verificati in una scuola media della città

Bullismo, minacce e aggressioni in una scuola media di Novara. É quanto ha denunciato alla redazione di NovaraToday la madre di uno studente di 13 anni, che negli ultimi mesi sarebbe stato vittima di bullismo e aggressioni avvenute sia dentro che fuori dalla scuola che frequenta  (una secondaria di primo grado di Pernate, ndr). Secondo la madre del ragazzo, inoltre, gli insegnanti venuti a conoscenza dei fatti, avrebbero ignorato l'accaduto e, anzi, punito il ragazzo invece di aiutarlo.

"Gli episodi sono cominciati l'anno scorso, durante il secondo anno di scuola media - ha raccontato la madre dello studente -. Nonostante ai colloqui gli insegnanti mi dicessero che andava tutto bene, alla fine dell'anno mio figlio è tornato a casa con gli occhiali rotti, ma alla mia domanda su cosa fosse successo ha detto che è inciampato. La stessa cosa è però successa all'inizio del terzo anno, più volte. Nel corso dei mesi, poi, abbiamo scoperto anche alcuni lividi sulla pancia e sulla schiena di mio figlio, oltre a insulti e prese in giro pesanti da parte di altri ragazzi sul suo cellulare. Ho chiesto quindi di parlare con gli insegnanti, che mi hanno risposto che non c'erano problemi".

La replica della scuola

"Passano i mesi - ha spiegato la madre del giovane - e mio figlio torna a casa con una nota perchè avrebbe insultato un ragazzo che lo ha poi aggredito. Oltre alle note, che diventano quasi giornaliere, vengo contattata dalla scuola e mi viene detto che mio figlio avrebbe venduto profilattici e caramelle a scuola. A questo punto, mio figlio si è aperto e mi ha raccontato che è stato ricattato e minacciato da un altro ragazzo e costretto a vendere profilattici e caramelle per pagare altri ragazzi. Ho quindi riferito tutto agli insegnanti, che mi hanno risposto che non ne sapevano nulla e che loro non possono controllare i ragazzi. Mio figlio però mi ha riferito che in un episodio è stato picchiato in classe davanti a un insegnante, che non è intervenuto".

"A questo punto mio figlio - ha concluso la madre del ragazzo - ha raccontato tutto in una lettera indirizzata alla referente per il bullismo, lettera che non è mai stata consegnata. Io ho quindi contattato il provveditorato che mi ha detto di rivolgermi alle forze dell'ordine. Così ho fatto: ho segnalato la situazione in Questura e dato tutto in mano ad un avvocato".

"La cosa che più mi ha sconvolto - ha commentato la madre dello studente - è il comportamento degli insegnanti e della direzione scolastica, che invece di intervenire hanno cercato di nascondere tutto".

Continua a leggere su NovaraToday
Seguici anche su Facebook e sul nostro canale WhatsApp

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mio figlio vittima di bullismo a scuola, ma gli insegnanti non fanno nulla": la denuncia di una madre
NovaraToday è in caricamento