Attualità

Coronavirus, il Piemonte chiede stop al distanziamento su autobus e treni

Secondo la giunta piemontese sarà sufficiente indossare la mascherina

Niente distanziamento sociale su bus e treni, basterà indossare la mascherina.

É questa la richiesta che la Regione Piemonte farà al Governo. Ne ha parlato l'assessore ai trasporti Marco Gabusi, rispondendo ad un'interrogazione del consigliere democratico novarese Domenico Rossi, che chiedeva chiarimenti sulla futura gestione del trasporto pubblico dopo l'estate.

“Il tavolo predisposto è al lavoro per cercare di capire che cosa potrà accadere a settembre e in autunno - ha detto Gabusi -. La speranza è che si decida di togliere l’obbligo di distanziamento anche sui bus e treni, così come fatto con i ristoranti dove sono stati ridotti i metri di distanza per i clienti. Naturalmente tutto dipenderà dall’andamento dei contagi. Rispetto allo scorso 4 maggio, siamo in una fase diversa: la città metropolitana di Torino è al 45% di passeggeri, la ferrovia al 35-40%. Abbiamo già chiesto al Governo di eliminare il distanziamento a bordo perché pensiamo bastino le mascherine".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, il Piemonte chiede stop al distanziamento su autobus e treni

NovaraToday è in caricamento