Attualità

Dpcm del 3 dicembre, le nuove regole per Natale 2020: cosa cambia a Novara

Spostamenti, ristoranti, cene, pranzi e ritorno a scuola: l'annuncio del premier Conte

Il premier durante la conferenza di questa sera

"Continueremo ad applicare il sistema delle regioni colorate, è un sistema che si sta rivelando efficace". Così il presidente del consiglio Giuseppe Conte ha aperto la conferenza stampa in cui ha presentato il nuovo Dpcm con le regole per le festività 2020.

Il Piemonte rimane quindi in zona arancione, visto che devono passare almeno 14 giorni dal passaggio a zona rossa prima di poter "scalare" a gialla. "É ragionevole prevedere che nel giro di un paio di settimane tutte le regioni saranno gialle" ha detto però Conte questa sera. "Questi risultati ci confortano ma c'è un aspetto che non ci permette di abbassare la guardia: sono in arrivo le festività natalizie, e se affrontassimo con le misure proprie delle aree gialle questo periodo sarebbe probabile una nuova impennata della curva del contagio. E dobbiamo scongiurare l'arrivo di una terza ondata".

Conferenza Conte_Spostamenti2-2

Conferenza Conte_Spostamenti-2

Il nuovo Dpcm: gli spostamenti, i pranzi e le cene

Per questo il Dpcm presentato nella conferenza stampa di oggi, giovedì 3 dicembre, e valido dal 4 dicembre al 15 gennaio, introduce ulteriori restrizioni dal 21 dicembre al 6 gennaio. In questo periodo sarà infatti vietato uscire dalla Regione, anche in zona gialla, per qualsiasi motivo che non sia per lavoro, assoluta necessità o motivi di salute, nemmeno per raggiungere le seconde case. Il 25 dicembre, Natale, il 26, Santo Stefano, e il 1° gennaio sarà vietato anche lo spostamento tra Comuni, mentre rimane il coprifuoco nazionale dalle 22 alle 5, prorogato fino alle 7 la mattina del 1° gennaio 2020. "Non possiamo dare regole agli italiani in casa: per questo raccomandiamo fortemente di non ricevere a casa persone non conviventi, soprattutto nelle settimane di festa" ha detto Conte, invitando quindi ad evitare pranzi e cene con famigliari non conviventi.

Conferenza Conte_Bar e ristoranti Area Gialla-3

Scuole, sci, ristoranti e negozi

Gli impianti sciistici, come annunciato, rimarranno chiusi fino al 6 gennaio, mentre dal 7 gennaio gli studenti delle superiori rientreranno in classe al 75%.

Nelle aree gialle, tra le quali si troverà probabilmente anche il Piemonte entro la metà di dicembre, bar e ristoranti potranno essere aperti fino alle 18 anche a Natale e Santo Stefano, mentre sarà sempre consentito l'asporto fino alle 22 e la consegna a domicilio. Gli alberghi rimarranno aperti anche il 31 dicembre, ma non sarà possibile organizzare veglioni e cene, con i ristoranti interni che chiuderanno alle 18 e dopo quell'ora sarò consentito solo il servizio in camera.

I negozi invece potranno rimanere aperti fino alle 21, tranne i centri commerciali che saranno chiusi nel fine settimana fino al 15 gennaio. 

Conferenza Conte_Negozi-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dpcm del 3 dicembre, le nuove regole per Natale 2020: cosa cambia a Novara

NovaraToday è in caricamento