Attualità

Festa della polizia, nell'anno della pandemia a Novara 167 arresti e oltre mille denunce

Si è celebrato oggi anche a Novara il 169° anniversario della fondazione della polizia di Stato. Il bilancio dell'attività della Questura nell'ultimo anno, da aprile 2020 a marzo 2021

Anche Novara ha celebrato oggi, sabato 10 aprile, il 169° anniversario della fondazione della polizia di Stato. Per il secondo anno consecutivo, la festa della polizia, si è svolta in forma privata con la sola deposizione della corona ai caduti, collocata nell'atrio della Questura, alla presenza del Prefetto Pasquale Gioffrè e del Questore Rosanna Lavezzaro.

Dopo l'evento a porte chiuse, alle 11, si è tenuta la cerimonia, organizzata in collaborazione con il Comune di Novara, di inaugurazione della targa commemorativa, donata dalla locale sezione dell’Associazione Nazionale Polizia di Stato, in ricordo dell’agente della polizia di Stato Biagio Franco, Medaglia d’Oro al Merito Civile alla memoria, ucciso durante l’esercizio del proprio dovere il 2 marzo 1985. La targa si trova in via Papa Sarto.

Come noto, il cippo commemorativo, ripristinato nella giornaa di oggi, è stato oggetto di due atti vandalici in passato: nel mese di maggio 2020, infatti, ignoti avevano asportato la lapide in granito collocata nel 1986, mentre il 19 gennaio di quest'anno era stata divelta nottetempo la targa posta ai piedi del cippo in attesa della cerimonia di inaugurazione.

Sempre nella giornata dedicata alla Festa della polizia, il Questore di Novara ha consegnato a Simona Riussi, vedova del Maestro Sandro Tognatti prematuramente scomparso nel mese di marzo, un Cd contenente un video con le immagini dell’esibizione dell’Ansemble di Clarinetti del Conservatorio Cantelli di Novara diretta dal Maestro Tognatti in occasione dell’anniversario della festa della Polizia che si è svolto nel 2019 presso il Castello di Novara: "La Questura - si legge in una nota stampa - ha voluto così ringraziare, con questo ricordo, il Maestro Sandro TOgnatti per l’impegno e la bravura dimostrata dai componenti dellAnsemble nell’eseguire le diverse composizioni musicali, tra cui l’inno della polizia di Stato, rendendo i momenti di quella festa indimenticabili".

Il bilancio dell'attività della polizia nell'anno della pandemia

Nell'ultimo anno, tra aprile 2020 e marzo 2021, la polizia di Novara ha arrestato 167 persone e ne ha denunciate 1.030. 
Nello stesso periodo sono invece 22mila le persone identificate e 8.890 i veicoli controllati. A questi si aggiungono le numerose persone controllate nel corso dei servizi predisposti per la verifica del rispetto delle normative anti covid.

Sul fronte della violenza di genere, nel corso dell'ultimo anno sono state sottoposte a misura cautelare detentiva 5 persone, mentre altre 44 sono state denunciate, per reati che vanno dai maltrattamenti in famiglia agli atti persecutori, fino a reati contro la libertà sessuale e violenze su minori. 

Sul fronte dell'attività di controllo amministrativo, sono state effettuate 156 verifiche a pubblici esercizi e contestate 32 violazioni amministrative.

Per quanto riguarda l'attività dell'ufficio Immigrazione, inoltre, sono stati eseguiti 118 provvedimenti di espulsione amministrativa e 7 espulsioni giudiziarie, con accompagnamento immediato alla frontiera direttamente dal carcere. Sono state infine denunciate 130 persone per violazioni al Testo unico sull'immigrazione.

La polizia stradale, invece, ha effettuato, nel territorio della provincia di Novara, oltre 8.500 servizi di pattugliamento, su viabilità ordinaria e autostradale. Sono 628 gli incidenti rilevati nell'ultimo anno, con 15 persone decedute e 558 ferite. Gli agenti della Stradale hanno inoltre contestato complessivamente quasi 20mila infrazioni al codice della strada: le infrazioni maggiormente rilevate hanno riguardato il superamento dei limiti di velocità, mentre le contestazioni per guida sotto l'effetto di alcol o sostanze stupefacenti sono state 303. Nel corso dei servizi di polizia stradale sono state arrestate 9 persone e denunciate 281, mentre sono 36 i veicoli e oltre 8 i kg di droga sequestrati.

Nel periodo tra aprile 2020 e marzo 2021 la polizia ferroviaria ha effettuato 1.446 servizi di prevenzione, nel corso dei quali sono state indagate 75 persone, mentre 1 è stata arrestata.

Infine, sono 18 le persone denunciate dalla polizia postale, accusate di frodi e truffe online, contraffazione di carte di credito, haching, reati contro la persona commessi con mezzi informatici.

Tra le operazioni più importanti condotte dalla Squadra mobile tra aprile 2020 e marzo 2021, ci sono:  l'indagine sull'esistenza della "psicosetta", i cui autori, oltre una ventina di indagati, negli ultimi 30 anni avevano costruito una vera e propria associazione a delinquere finalizzata alla comissione di reati in ambito sessuale, commessi anche su minori; l'operazione "Cara Nonna - Droga Babciu", che ha consentito di individuare e smantellare un sodalizio criminale con base operativa a Novara e logistica in Polonia, dedito alla commissione di truffe ai danni di anziani; l'operazione "The White Rooster", che ha permesso di individuare un'organizzazione dedita allo spaccio di cocaina che riforniva le piazze del novarese e del vercellese; l'arresto, lo scorso mese di marzo, di 7 componenti di una banda di rapinatori dediti all'assalto di portavalori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della polizia, nell'anno della pandemia a Novara 167 arresti e oltre mille denunce

NovaraToday è in caricamento