Attualità

"I fiori oscuri del lago": il giallo ambientato tra Orta, Maggiore e Ossola

Il nuovo romanzo di Graziella Costanzo

Sara Audisio, la Miss Marple di Borgo Vanchiglia, infermiera in pensione ed ex militante femminista con la vocazione a farsi coinvolgere dai fatti di cronaca nera, torna con un’indagine ambientata tra il lago Maggiore, il lago d’Orta e le valli ossolane.

Gigliola Mellerio, una quarantenne riservata e un po’ scialba, viene trovata annegata nel lago d’Orta. Sembra un suicidio, ma le indagini sui suoi trascorsi sentimentali e sulle relazioni tese che intercorrono fra le donne della sua famiglia, una madre e quattro sorelle, fanno nascere dubbi. Chi è l’assassino della “donna del lago”? Chi era veramente Gigliola Mellerio? L’anonima segretaria di un notaio di Orta San Giulio, priva di passioni e con poche relazioni, nascondeva forse una seconda personalità, sofisticata e seduttiva?

Dalla penna della giallista torinese Graziella Costanzo esce ancora una volta un intrigante romanzo d’investigazione, che prende le tinte del noir e coinvolge il lettore in una intricata storia familiare che si dipana tra Verbania e Domodossola, Orta San Giulio e la Val Vigezzo, i laghi e le valli ossolane. Graziella Costanzo, originaria di Parma, vive Torino con il marito e tre gatte. Prima di dedicarsi all’insegnamento, ha lavorato per importanti case editrici torinesi. Il personaggio di Sara Audisio è protagonista di una serie di gialli piemontesi che comprende i titoli: Delitto nel Canavese, 2017; Chi ha ucciso la dama del Palio?, 2018, che si svolge nell’Astigiano e Ombre sulla valle, 2019, ambientato in Val Varaita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"I fiori oscuri del lago": il giallo ambientato tra Orta, Maggiore e Ossola

NovaraToday è in caricamento