rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Attualità

Novara: giovedì il funerale di Riccardo Sessa, morto a 24 anni in un incidente

L'ultimo saluto al giovane che ha perso la vita domenica 24 ottobre in tangenziale a Milano

L'ultimo saluto a Riccardo Sessa sarà giovedì a Novara.

Il giovane ha perso la vita domenica 24 ottobre alle 5 del mattino in un terribile incidente sulla tangenziale di Milano. Il 24enne stava rincasando dopo una serata con due amici al Circolo Magnolia, all'Idroscalo. La loro auto, una Volkswagen Golf, stava viaggiando sulla tangenziale di Milano in direzione nord tra le uscite di Assago e Corsico quando ha tamponato un furgone che la precedeva, sbandando e schiantandosi contro il guard rail. Dopo il violento impatto l'auto è rimasta bloccata al centro della seconda corsia: secondo le prime ricostruzioni gli amici sarebbero riusciti a scendere, mentre Riccardo sarebbe rimasto bloccato sul sedile del passeggero. In quel momento è arrivato un Suv, una Volkswagen T-Roc, che ha colpito in pieno la Golf ferma al centro della carreggiata. Sul posto sono immediatamente giunti i soccorsi, ma per il 24enne non c'è stato nulla da fare. I funerali si svolgeranno giovedì 4 novembre alle 14.30 nella chiesa di Sant'Agbio.

Intanto continua la raccolta fondi organizzata gli amici della band in cui Riccardo suonava, i Subhumans Hordes, che ha superato i 4mila euro. "Questi sono soldi che la famiglia deciderà come utilizzare - spiegano -. Qualora la famiglia di Riccardo dovesse decidere, per qualsiasi ragione, di non accettare il denaro raccolto, questo verrà comunque devoluto alla Croce Rossa Italiana, o ad associazioni che sensibilizzano contro gli incidenti stradali, per contribuire a creare un mondo in cui tragedie simili non avvengano più. Il destino di Riky non deve essere il destino di tutti: tutti hanno il diritto a vivere una vita piena, fatta di sogni e aspirazioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Novara: giovedì il funerale di Riccardo Sessa, morto a 24 anni in un incidente

NovaraToday è in caricamento