rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Attualità

25 novembre: l'impegno delle comunità per dire basta alla violenza contro le donne

Tra venerdì 24 novembre e giovedì 30: spettacoli teatrali, manifestazioni, installazioni, concerti, mostre, convegni, camminate e fiaccolate

Il 25 novembre è la data istituzionale voluta dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite per la "Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne",  e quest'anno questa data arriva con il ricordo ancora troppo fresco di quanto accaduto a Giulia Cecchettin, uccisa anche lei dal ragazzo che le continuava a dichiarare il suo amore. 

Nel novarese e nel Vco, sono molte le amministrazioni comunali, le istituzioni, le associazioni e le scuole del territorio che hanno preparato diverse occasioni per sensibilizzare le comunità. Saranno protagonisti gli spettacoli teatrali, le manifestazioni, le installazioni, i concerti, le mostre, i convegni, le camminate e le fiaccolate che si svolgeranno tra venerdì 24 novembre e giovedì 30 per dire "basta alla violenza sulle donne".

Gli eventi proposti hanno preso il via già oggi, venerdì 24 novembre, con l'inaugurazione della "panchina rossa" di Borgo Ticino installata nel parcheggio davanti la Scuola secondaria di Primo Grado "Falcone Borsellino", e proseguono questa sera con il concerto della Banda della polizia di Stato al Teatro Coccia di Novara e "Belladonna", lo spettacolo in scena al Pellico di Trecate.

Sabato 25 novembre, giornata ufficiale, nastri rossi a bordo delle navi, nelle biglietterie e nelle sedi di Navigazione laghi in segno di vicinanza alle donne vittime di violenza, per ricordare tutte le donne  morte per violenza e per sensibilizzare passeggeri e personale sul tema della violenza di genere. Nella mattinata in piazza Martiri ad Oleggio "si rompono i piatti", un modo simbolico per rompere gli stereotipi. I piatti preparati, riportano le frasi che spesso vengono proposte per giustificare le violenze: "non sopportava la separazione" o "un raptus improvviso di follia". Sempre ad Oleggio la  Banca del Tempo ha esposto sul campanile uno striscione che simboleggia le donne uccise nel 2023. Sul palco del Teatro Nuovo Cannobio va in scela "La ciliegina sulla torta", mentre a Verbania, al Maggiore va in scena, il musical "Dolcemente complicate" e alla Biblioteca verrà inaugurata la mostra fotografica “Luce e inganni”.  A Trecate il Comune organizza la fiaccolata in piazza per Giulia e le vittime di femminicidio. I giovani, studenti e studentesse della scuola Media Giovanni XXIII, dell’Istituto Fermi, dell’Enaip di Arona, con operatori e docenti, saranno i protagonisti della serata dedicata al contrasto alla violenza sulle donne che si terrà al Teatro San Carlo.

Domenica 26 novembre a Cerano, è stata organizzata  la camminata non competitiva "CeraNO alla violenza contro le Donne", aTrecate, il concerto "Ha ricevuto dei fiori...oggi"

Lunedì 27 a Verbania scendono in strada le scuole con la marcia di sensibilizzazione sul tema del femminicidio, di prevenzione e di contrasto ad ogni forma di violenza di genere, che prevede l'adesione di circa 800 tra studenti e docenti che partiranno dall'Istituto Ferrini di Pallanza e dal Franzosini a Intra per poi ricongiungersi e raggiungere il Maggiore.

Giovedì 30 a Novara viene dedicato il convegno "Il coraggio delle donne", ospitato nel salone Arengo del Broletto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

25 novembre: l'impegno delle comunità per dire basta alla violenza contro le donne

NovaraToday è in caricamento