Coronavirus, nuovo hotspot per i tamponi rapidi in arrivo anche a Borgomanero

Dopo Novara, dal 17 novembre nel novarese sarà attivato un nuovo punto dove poter effettuare il test antigenico con prenotazione del medico di base

Foto di repertorio

Dopo Novara, anche a Borgomanerò sarà attivato un hotspot per l'esecuzione dei tamponi rapidi.

Da domani, martedì 17 novembre, in Piemonte saranno infatti operativi altri 4 punti, dopo i 12 attivati già oggi, lunedì 16: a Borgomanero, in via Volontari del sangue, di fronte al parcheggio; a Valentina, in viale Santuario 76; a Tortona, in via Milazzo 1; ad Acqui Terme, in via Alessandria 1. Nei prossimi giorni saranno poi attivati altri 5 punti: a Cuneo, Bra, Mondovì, Savigliano e Biella.

L'obiettivo della Regione è infatti quello di puntare sui test rapidi per aumentare la potenzialità di screening e diagnosi, ampliando così la platea di cittadini che potranno effettuare, solo ed esclusivamente su prenotazione dei medici di medicina generale, i tamponi rapidi naso-faringei in uno degli hotspot dedicati predisposti sul territorio regionale.

I risultati dei test rapidi naso-faringei sono disponibili circa 15 minuti dopo l’esecuzione. In caso di positività vengono attivate immediatamente le misure di isolamento previste dal protocollo sanitario e, subito presso l’hotspot, viene eseguito il tampone molecolare per la conferma della positività (ad eccezione dei contatti stretti di casi Covid già accertati per i quali, secondo quanto previsto dalla circolare del Ministero della Salute, in caso di tampone rapido positivo la validità del test è immediata e caricata direttamente sulla piattaforma Covid regionale).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, il Piemonte resta in zona rossa: prorogate al 3 dicembre tutte le misure di contenimento

  • Coronavirus: +2641 casi in Piemonte, a Novara ricoveri in risalita

  • Coronavirus, all'ospedale di Novara 238 ricoverati e 5 decessi

  • Ahmadreza Djalali, si avvicina la pena di morte per il ricercatore novarese detenuto in Iran

  • Coronavirus, ancora 7 decessi negli ospedali di Novara e Borgomanero

Torna su
NovaraToday è in caricamento