rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Attualità

Igor Volley, la società invita Fratelli d'Italia: la presentazione della squadra diventa "caso" politico

L'appuntamento, per sponsor e autorità, è fissato per il prossimo 26 maggio

La prima presentazione della Igor Volley diventa un "caso" politico. Nei giorni scorsi la società ha inviato a sponsor e autorità un invito per una serata che si terrà a Marano Ticino la prossima domenica 26 maggio per conoscere la nuova formazione che conta diversi nomi nuovi. Fin qui tutto regolare se non che, sempre nell'invito, è stato precisato che all'evento saranno ospiti il ministro della Difesa Guido Crosetto, l'onorevole Gaetano Nastri e la vice sindaca Marina Chiarelli. Tutti e tre di Fratelli d'Italia, a due settimane dalle elezioni. Nell'invito non vengono menzionati il sindaco Alessandro Canelli e l'assessore allo Sport Ivan De Grandis. L'episodio ha scatenato diverse polemiche e la politica locale ha fatto, ciascuno a proprio modo, una sorta di fronte comune per sottolineare lo scivolone.

Teresa Armienti segretario cittadino Forza Italia, Andrea Crivelli capo gruppo consiliare Forza Novara e Gaetano Picozzi capo gruppo consiliare Lega hanno firmato un comunicato stampa congiunto:  "La presentazione della nuova squadra del Igor Volley Novara fissata per domenica 26 maggio è “sorprendente”! Sorprende perché sarà per la prima volta alla presenza di un Ministro della Repubblica, Guido Crosetto, e questo non può’ che farci piacere in quanto lo consideriamo Ministro di tutti noi. Sorprende, però, anche per la presentazione particolare di Marina Chiarelli che viene evidentemente invitata in qualità di candidata alle elezioni regionali e non di rappresentante del Comune di Novara, in quanto questo è già rappresentato dal Sindaco o, eventualmente, dall’assessore allo Sport. La squadra è patrimonio di tutta la città non di una parte partitica o politica e marcare un evento così bello e di tutti in un evento "di parte" a 10 giorni dalle elezioni ci sembra una sfortunata, forse non troppo consapevole, scivolata. Senza rancore, ma di fronte a questioni di principio fondamentali per una sana vita cittadina siamo costretti a non guardare in faccia a nessuno". 

Parole simili sono state utilizzate da Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Insieme per Novara, Italia Viva e Azione: "Per il ruolo di padrini e di madrina al battesimo, che si terrà in un ristorante a Marano Ticino, sono stati chiamati il ministro della Difesa Crosetto, il senatore della Repubblica Nastri e la vice sindaca di Novara Chiarelli. Tutti e tre di Fratelli d’Italia. I capigruppo di  Lega, Forza Italia e Forza Novara in consiglio comunale, indispettiti per la mancata chiamata al battesimo sportivo soprattutto ora che siamo in piena campagna elettorale, all’unisono attaccano il loro alleato a tutti i livelli di governo, definendo la presenza della triade "una scivolata"  e annunciano che "non guarderanno in faccia a nessuno". A parte le liti tra le comari del centro destra (che si risolveranno dopo il 9 giugno), lo sport novarese e la Igor Volley non hanno dato una prova esemplare. Lo sport proprio perché unisce dovrebbe evitare di dividere. A un simile evento si invitano tutti o nessuno. Tra i tifosi della Igor Volley ci sono elettrici ed elettori di ogni tendenza. Tutti meritano lo stesso rispetto. La Igor Volley, per la storia e i successi, per lo stile e la popolarità, è un patrimonio dell’intera città".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Igor Volley, la società invita Fratelli d'Italia: la presentazione della squadra diventa "caso" politico

NovaraToday è in caricamento