Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità Meina

Incidente sul lavoro a Meina, i sindacati: "Un anno dopo Brandizzo, ancora una morte su un binario"

Per la Cgil "Non è una società civile quella in cui continuiamo a registrare morti, infortuni e malattie professionali"

"Un anno dopo la tragedia di Brandizzo ci troviamo nuovamente a piangere per una morte su un binario".

Così la Cgil sull'incidente sul lavoro che si è verificato oggi, martedì 2 luglio, a Meina e che ha visto la morte di un 56enne della provincia di Sondrio, Carlo Maletta.

"La Cgil Novara Vco, la Fillea CGIL Novara Vco e la Filt CGIL Novara Vco - si legge in una nota stampa - si stringono alla famiglia del lavoratore morto questa mattina nel cantiere di Rfi sulla tratta tra Meina e Arona. Rimanendo in attesa di avere maggiori informazioni rispetto a quanto accaduto, trasformiamo il dolore in quell'impegno quotidiano che esercitiamo attraverso manifestazioni, scioperi e nella recente campagna referendaria: perché di lavoro non si può morire!".

"Non è una società civile - prosegue la nota dei sindacati - quella in cui continuiamo a registrare morti, infortuni e malattie professionali: occorre che lo sdegno che animerà quanti verranno a conoscenza dell'accaduto venga trasformato in senso di responsabilità da parte di tutti (lavoratori, imprese e istituzioni) per il rispetto delle norme volto a impedire quelle che impropriamente vengono chiamate "morti bianche".

Continua a leggere su NovaraToday
Seguici anche su Facebook e sul nostro canale WhatsApp

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente sul lavoro a Meina, i sindacati: "Un anno dopo Brandizzo, ancora una morte su un binario"
NovaraToday è in caricamento