menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di archivio

Foto di archivio

Romagnano, al via il 22 marzo i lavori di costruzione del nuovo ponte provvisorio

Il collegamento sarà interamente dismesso una volta ricostruito il ponte definitivo nella sede originaria. Il cantiere avrà una durata di 140 giorni, per un costo totale di quasi 5 milioni di euro

Prenderanno il via lunedì 22 marzo i lavori di costruzione del nuovo ponte provvisorio sul Sesia, per ripristinare il collegamento stradale tra Romagnano e Gattinara, interrotto dopo il crollo di tre delle sei campate del ponte durante l'alluvione dello scorso ottobre.

La Regione Piemonte, la Provincia di Novara, il Comune di Romagnano Sesia e Anas hanno infatti sottoscritto nella giornata di ieri, giovedì 18 marzo, la convenzione per il ripristino del collegamento stradale lungo la strada provinciale 142 tra Romagnano Sesia e Gattinara. L’atto di convenzione è stato sottoscritto per via telematica dai responsabili del settore viabilità di ciascuno degli Enti coinvolti.

"Poiché il tracciato stradale rientra tra quelli oggetto di procedura di riclassificazione ed è pertanto prossimo al rientro nel perimetro della gestione statale - spiegano da Anas in una nota stampa - lo strumento della convenzione consente ad Anas di anticipare gli interventi di ripristino della viabilità rispetto alla presa in gestione prevista ad aprile e di avviare la progettazione del ponte definitivo in concomitanza con i lavori di realizzazione dell’infrastruttura provvisoria".

Il progetto del nuovo collegamento, sviluppato da Anas già a partire da dicembre scorso e concluso a febbraio, prevede la realizzazione di una nuova viabilità per circa 300 metri di tracciato costituita da un ponte provvisorio (tipo bailey interamente in acciaio) a tre campate lungo circa 156 metri e dai rami di raccordo con le rotatorie esistenti sulle sponde del fiume. Completano l’intervento l’installazione della segnaletica, la posa delle barriere di sicurezza e la stesa della pavimentazione. Il tracciato sarà interamente dismesso una volta ricostruito il ponte definitivo nella sede originaria.

La consegna dei lavori all’impresa Co.Ge.Fa. Spa, individuata da Anas nell’ambito degli accordi quadro già contrattualizzati, è prevista per lunedì 22 marzo per una durata complessiva dell’intervento pari a 140 giorni dalla data di consegna, comprensivi della bonifica da ordigni bellici. L’importo complessivo dell’investimento ammonta a circa 4 milioni e 900mila euro.

"Oggi è stato compiuto un passo decisivo per la realizzazione del nuovo ponte di Romagnano Sesia in sostituzione di quello storico spazzato via dall’alluvione dell’ottobre 2020 - commentano il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio e l’assessore alle Infrastrutture e Trasporti Marco Gabusi - La firma odierna della convenzione tra Regione Piemonte, Provincia di Novara, Comune di Romagnano Sesia e Anas per il ripristino del collegamento stradale lungo la SP 142 tra Romagnano Sesia e Gattinara pone la ricostruzione su una timeline rapida e certa. Siamo molto soddisfatti della collaborazione della Provincia, dei Comuni, di Aipo e di Anas, che ha permesso di anticipare un orizzonte temporale che rischiava di essere molto lungo. Avevamo ipotizzato la possibilità di avviare i lavori tra fine febbraio e marzo e la tempistica è ora confermata. Ultimate le ultime formalità Anas consegnerà infatti i lavori all’impresa lunedì 22 marzo e dopo 140 giorni ci aspettiamo la chiusura dell’intervento. Consapevoli dell’importanza di questo ponte per le comunità locali e per le attività produttive abbiamo voluto imprimere un ritmo rapido e progressivo all’intervento e ora possiamo dire che il sistema sta funzionando bene grazie soprattutto alla volontà di tutti di superare gli ostacoli burocratici e di ridare al territorio un’arteria di mobilità così importante".

"Un’ottima notizia, un obiettivo centrato che riteniamo fondamentale e doveroso come risposta alle esigenze dei cittadini e del mondo produttivo della Bassa Sesia - hanno sottolineato il presidente della Provincia di Novara Federico Binatti e il consigliere delegato alla Viabilità Marzia Vicenzi -. Un obiettivo che ci ha visti al lavoro all’indomani del crollo del ponte, lo scorso ottobre. In questi mesi abbiamo compiuto i vari passi per assicurare il ponte provvisorio, rispetto al quale la Provincia e i suoi tecnici hanno espresso parere favorevole già nel mese di dicembre, quando ci è stato consegnato da Anas il progetto sottoposto agli Enti locali interessati, alla Regione e al Ministero per le Infrastrutture. Il risultato raggiunto è stato reso possibile, oltre che dalla disponibilità sempre dimostrata da Anas, anche dal lavoro di concerto immediatamente avviato insieme con l’assessore regionale ai Lavori pubblici Marco Gabusi e dal costante dialogo con la Provincia di Vercelli e con i Comuni di Romagnano Sesia e Gattinara. La stessa modalità di lavoro sarà mantenuta dall’amministrazione della Provincia di Novara anche per quella che resta una delle nostre priorità: la ricostruzione del ponte definitivo, alla quale ci auguriamo di arrivare per assicurare al novarese e al vercellese, in tempi brevi e secondo la volontà di tutti gli interlocutori, un’opera che riteniamo fondamentale e strategica per i due territori".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, a Novara apre un nuovo centro vaccinale

Attualità

Coronavirus, da oggi Novara e il Piemonte in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NovaraToday è in caricamento