Strade, piazze e scuole: i lavori del Comune di Novara per 3,7 milioni di euro

Previsti, tra gli altri, interventi di sicurezza nella scuole, riqualificazione di largo Bellini, piazza Martiri, Castello Visconteo Sforzesco e di una zona di Sant'Agabio

Interventi su strade, scuole, asili e non solo.

Sono questi i lavori approvati per i prossimi mesi dalla giunta comunale di Novara. Gli interventi riguardano la riqualificazione Via Fauser, a Sant'Agabio, per 1 milione 200 mila euro, la sicurezza antincendio nelle scuole della città, per 2 milioni 268 mila euro, la riqualificazione di largo Bellini, piazza Martiri e dell'ingresso del Castello Visconteo Sforzesco, per 96 mila 800 euro, la riqualificazione delle coperture chioschi dei fiorai in via Cernaia, per 47 mila euro, e gli interventi sicurezza asili nido, per 95 mila euro, per un totale di 3 milioni 706 mila euro.

“Le scuole rappresentano, fin dal nostro insediamento – spiega il sindaco Alessandro Canelli – una priorità alla quale abbiamo dedicato tempo, progettualità e risorse. La delibera approvata oggi, che va a mettere in sicurezza e a sistemare scuole e asili nido, lo conferma per l’ennesima volta. Un’attenzione che si replica sulle periferie e, in questo caso, sul quartiere Sant’Agabio dove andremo a riqualificare una strada, sia dal punto di vista della viabilità che dell’illuminazione pubblica, dove il transito di veicoli legati alle aziende e alle industrie che sorgono lungo questa arteria è piuttosto consistente e necessita dunque di interventi importanti. E ancora, il centro con un nuovo impegno affinché venga rafforzata ulteriormente la cura della città e di quelle zone che maggiormente vengono vissute e frequentate dai cittadini e da chi arriva da fuori. E infine i chioschi dei fiorai in via Cernaia con l’obiettivo, su questo e su tutto il resto della città, di programmare puntualmente le manutenzioni, essenziali per prendersi cura dei beni di proprietà comunale”.

“Un impegno di risorse importante – continua il sindaco – peraltro in un momento particolarmente difficile in cui abbiamo scelto di dedicare le maggiori attenzioni al tessuto sociale, commerciale ed economico. Ma è fondamentale continuare con gli interventi programmati perché la città ha bisogno di risvegliarsi, dopo questa emergenza, in un ambiente vivibile e attrattivo per l’insediamento di attività che diano posti di lavoro e occupazione ai cittadini”.

“Con queste misure -aggiunge l’assessore ai lavori pubblici Mario Paganini – proseguiamo nel processo di riordino e mantenimento edilizio e impiantistico delle strutture comunali, con un occhio di riguardo alla viabilità anche nelle periferie che necessitano, alla luce di nuovi insediamenti, di trasformarsi in arterie idonee a sostenere situazioni urbanistiche più esigente e diverse dal passato. Nel caso specifico, la riqualificazione di via Fauser consiste in opere stradali e di illuminazione che saranno suddivisi in due lotti e che partiranno nella seconda metà del prossimo anno. 45 nuovi punti luce, un sedime stradale più adeguato ad accogliere il traffico di mezzi pesanti che gravita intorno a quell’area, nuovi marciapiedi e una strada più libera e più lineare, una volta approntati da Acqua Novara Vco gli interventi di competenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: il cambio di colore sarà sabato o domenica?

  • Novara, tragedia al centro commerciale: si sente male e muore alle casse dell'Ipercoop

  • Coronavirus, cosa è consentito fare in zona arancione: le regole per Novara e il Piemonte

  • Dpcm: le nuove regole per asporto, spostamenti, sci e scuole. Piemonte verso la zona arancione

  • Coronavirus, nuovo decreto: niente spostamenti tra regioni, il Piemonte verso l'area arancione

  • Amazon, a Novara il nuovo centro di distribuzione: sarà operativo dall'autunno

Torna su
NovaraToday è in caricamento