Le Iene a Novara: nel mirino della trasmissione il nuovo regolamento di polizia urbana

Nella puntata di domenica 11 novembre la Iena Nadia Toffa intervista il sindaco Canelli sulla norma che vieta "mostrarsi in pubblico in abiti che offendano il comune senso del pudore"

L'intervista a Palazzo Cabrino

Novara protagonista della puntata di ieri, domenica 11 novembre, de Le Iene. Il programma di Italia 1 è tornato in città per parlare del nuovo regolamento di polizia urbana che tanto ha fatto e sta facendo discutere, domandandosi che senso possa avere "la norma che vieta di mostarsi in pubblico in abiti che offendano il comune senso del pudore".

Il regolamento: no ad abiti che offendano il comune senso del pudore, ma non solo

Nella prima parte del servizio la Iena Nadia Toffa arriva in città e, vestita con un abito corto e con l'aiuto di un complice, avvicina i vigili urbani, chiedendo loro se il suo abbigliamento possa offendere il comune senso del pudore. E gli agenti della municipale rispondono che "non c'è un metro sulla lunghezza della gonna".

Il video del sindaco Canelli, che prova a fare chiarezza

Nella seconda parte del servizio dedicato a Novara, la Toffa, indossando lo stesso abito, incontra a Palazzo Cabrino il sindaco Alessadro Canelli, a cui chiede: "Io offendo il senso del pudore?".

Canelli prende quindi la parola per spiegare che si tratta di "una norma di carattere generale, i regolamenti di polizia urbana in tutta Italia hanno determinate formulazioni, tra cui 'il comune senso del pudore', 'la decenza pubblica', perchè in questo caso ha fatto così tanto clamore?".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il video integrale del servizio dedicato a Novara e al "senso comune del pudore"

"Si tratta di quei casi limite - ha cercato di spiegare Canelli - in cui magari la gente va in giro a torso nudo al parco, dove ci sono le famiglie. La state estremizzando, qui nessuno vuole fare il medievalista. Con questa norma diamo la possibilità ai vigili di intervenire in casi estremi. Il regolamento comunque non è ancora attuato, e verranno poi date delle indicazioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gite fuori porta: tre luoghi da non perdere a due passi da Novara

  • Incidente a Novara, auto si schianta contro un dehors in via Pontida

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: dal 10 luglio niente più distanziamento su treni e bus

  • Incidente in tangenziale a Novara: motociclista finisce contro il guard rail

  • Incidente a Paruzzaro: schianto tra auto e camion, un ferito grave

  • Cosa fare in città: gli eventi del fine settimana del 4 e 5 luglio

Torna su
NovaraToday è in caricamento