rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Attualità Arona

Lago Maggiore, le piogge non bastano: livello ancora ai minimi storici

I temporali dei giorni scorsi hanno portato ad un leggero rialzo del livello del lago, ma è ancora emergenza

Le piogge e i temporali dei giorni scorsi non sono bastati: il livello del Lago Maggiore continua a preoccupare.

Questa mattina, lunedì 27 giugno, l'altezza sotto lo zero idrometrico registrata dalla stazione di Sesto Calende era di -1,8 cm, in miglioramento rispetto alla situazione di una settimana fa, quando si era arrivati a -13,3 centimetri sotto lo zero idrometrico, ma comunque non sufficiente per garantire la portata abituale. Il problema infatti è l'afflusso al lago: questa mattina era di 132,2 metri cubi al secondo, circa un terzo dei 393,7 metri cubi al secondo di afflusso medio registrato negli ultimi 60 anni. Questo porta ovviamente ad una diminuzione della portata erogata, cioè dell'acqua che viene dirottata verso il Ticino e poi negli invasi e nei canali che servono l'irrigazione dei campi in pianura: siamo a 133 metri cubi al secondo, molto vicini al minimo storico del 1944. 

Ovviamente le richieste di acqua della pianura, messa a dura prova dal periodo di siccità, pesano grandemente anche sull'altezza del lago, che questa mattina era del 25,9% più basso del volume massimo, con conseguenze per la navigazione, come la sospensione di alcuni attracchi per i traghetti e la riduzione del carico di ogni imbarcazione. Se non arriveranno abbondanti piogge, poco probabili a dire il vero nei mesi estivi, il rischio è che l'acqua non sia più sufficiente per garantire l'irrigazione dei campi. Nei giorni scorsi la Regione ha trovato un accordo con i concessionari dei bacini idroelettrici, che hanno dato la propria disponibilità a rilasciare per l’agricoltura circa 2,5 milioni di metri cubi d’acqua al giorno: una soluzione temporanea, che però potrebbe garantire almeno un primo raccolto. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lago Maggiore, le piogge non bastano: livello ancora ai minimi storici

NovaraToday è in caricamento