Coronavirus, azienda di Oleggio dà il via alla produzione di mascherine

E' la Magic Srl, che ha inoltre riconosciuto ai propri dipendenti un premio di 500 euro netti

Foto di repertorio

Anche la Magic Srl di Oleggio dà il via alla produzione di mascherine.

Lo ha annunciato l'azienda in una nota stampa. I dispositivi saranno realizzati con un materiale che la ditta già realizza e che viene utilizzato in ambito ospedaliero come teleria monouso, risultato idoneo alla produzione delle stesse. Lo stesso materiale donato, in queste settimane, a vari Comuni, Enti e associazioni proprio come supporto fondamentale nel confezionamento delle mascherine.

L’azienda, inserita nelle filiere dell’agroalimentare e del monouso ospedaliero, continua infatti senza sosta il proprio lavoro. Da subito Magic, ha adottato un protocollo interno di contenimento che ha permesso alle maestranze di operare in assoluta sicurezza in ogni spazio e momento della giornata lavorativa.

Coronavirus, le runinetterie Nobili producono le valvole per i respiratori di terapia subintensiva

Non solo, Mauro Giani e Mara Galli, amministratori delegati di Magic, hanno scelto di dire "grazie" a tutti i loro collaboratori che, nel pieno periodo di emergenza per il Covid-19, continuano a garantire le loro presenza in azienda. A sostegno dei singoli e delle rispettive famiglie Magic ha erogato un premio di 500 euro netti e sottoscritto una polizza assicurativa per tutto il personale relativa proprio al coronavirus.

"In un momento così particolare - hanno spiegato gli amministratori delegati Mauro Giani e Mara Galli - crediamo che ciascuno debba assumersi le proprie responsabilità per il bene degli altri. Nel nostro piccolo abbiamo sempre cercato di farlo e ancor di più ci sentiamo di farlo in questo momento, i nostri collaboratori sono presenti e il loro lavoro è fondamentale per continuare a dare linfa alle filiere in cui siamo inseriti. Da sempre pensiamo che un’azienda è fatta dalle persone che ci lavorano e, ancor più, dalla loro straordinarietà: questo, per noi, è motivo di orgoglio, è bello contare su un team così".

Infine, l'azienda ha donato 10mila euro all'ospedale Maggiore di Novara, attraverso l’associazione Casa Alessia per supportare questa battaglia sanitaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Piemonte verso zona arancione: cosa cambia per i novaresi

  • Coronavirus, Cirio: "Per l'1 o il 3 dicembre il Piemonte sarà in zona arancione"

  • Coronavirus: +2641 casi in Piemonte, a Novara ricoveri in risalita

  • Coronavirus, all'ospedale di Novara 238 ricoverati e 5 decessi

  • Ahmadreza Djalali, si avvicina la pena di morte per il ricercatore novarese detenuto in Iran

  • Motocross tra le risaie del Torrion Quartara: 2400 euro di multe per 3 motociclisti

Torna su
NovaraToday è in caricamento