Maltempo in Piemonte: sono oltre 100 i comuni colpiti

Ancora numerose le utenze senza corrente elettrica: Enel ne ha comunicate 2700 nel Vco e 240 nel novarese

Diversi gliinterventi dei vigili del fuoco tra il 2 e 3 ottobre

Mentre prosegue la tregua dal maltempo su novarese e Vco, la Regione comunica che sono 108 i comuni piemontesi colpiti dall'evento alluvionale del 2 e 3 ottobre.

Sono ancora numerose, inoltre, le utenze senza corrente elettrica: Enel ne ha comunicate 2700 nel Vco e 240 in provincia di Novara. I volontari attivi sui cantieri aperti in tutto il Piemonte per il ripristino dei danni sono 1360.

Maltempo: tregua dalla pioggia su novarese e Vco, ora si contano i danni

Finora, la Protezione civile regionale ha inviato ai Comuni che ne hanno fatto richiesta 420 sacchi di sabbia, una torre faro, 6 minipale, 19 moto pompe per acqua e fango, diversi autoveicoli per la sorveglianza dei corsi d’acqua e dei punti critici.

Il presidente e il vicepresidente della Regione, Alberto Cirio e Fabio Carossa, hanno in programma per la giornata di oggi, domenica 4 ottobre, una serie di sopralluoghi in provincia di Cuneo, mentre domani, lunedì 5 ottobre, Cirio sarà nelle province di Biella, Novara e Vercelli e il vice presidente Carossa nel Vco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La situazione in Piemonte è grave - ha commentato Cirio - e lo stato d’emergenza non è solo un aiuto, ma un’esigenza imprescindibile. Il Piemonte, ha precisato, non è abituato a chiedere ma questa volta chiede e lo Stato ci deve essere. Siamo abituati a risollevarci e a farcela da soli, ma la situazione è complicata: nel momento in cui il Piemonte stava ripartendo dall’emergenza Covid è arrivato questo ulteriore grave problema. E' arrivata l’ora di interventi strutturali che risolvano le situazioni una volta per tutte. Confido che il Consiglio dei ministri dichiari lo stato di emergenza già domani (lunedì 5 ottobre, ndr), ovviamente con accanto lo stanziamento economico e la procedura semplificata per potere intervenire".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Novara, non scendono le sbarre del passaggio a livello: travolto un uomo in scooter

  • Coronavirus, da lunedì 26 ottobre a Novara (di nuovo) niente più visite e ricoveri non urgenti

  • Si ribalta con l'auto in un fosso: è Veronica Cuccaro la 33enne che ha perso la vita a Mortara

  • Cambio dell'ora, torna quella solare: si dorme un'ora in più

  • Coronavirus, coprifuoco in Piemonte dalle 23 alle 5: la nuova autocertificazione

  • Coronavirus, anche in Piemonte centri commerciali chiusi nel fine settimana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
NovaraToday è in caricamento